CONDIVIDI
Ayrton Senna, McLaren MP4/8A (©Getty Images)

Quando si cita il nome Ayrton Senna si suscita sempre grande emozione, ma soprattutto ogni immagine relativa ad un’auto da lui guidata fa sgorgare un profluvio di ricordi, ecco perché la vendita all’asta di uno dei suoi bolidi è di solito sinonimo di successo.

Nel caso specifico la monoposto sarà la McLaren MP4/8A, ossia quella che lo aiutò a vincere il suo sesto GP di Monaco nel 1993, stagione chiusa poi in piazza d’onore dietro alla Williams di Alain Prost con 73 punti, e portata al debutto nel round precedente in Spagna.

La particolarità della vettura però non solo è legata al record di vittorie sul tracciato monegasco, bensì anche al fatto che il telaio n° 6 è stato utilizzato soltanto fino all’appuntamento italiano, quindi a quattro corsa dalla fine del mondiale, rivelatosi sfortunato per Beco, ritiratosi per un contatto con Damon Hill e Martin Brundle, trasformandosi in una sorta di riserva da cui prendere pezzi in caso di bisogno come avvenuto in effetti in Giappone e in Australia, gran premi portati poi a casa dal brasiliano.

Il perché

L’evento si terrà il prossimo 11 maggio a Montecarlo e sarà organizzato dalla Bonhams, nota casa londinese. La MP4/8A motorizzata Ford è catalogata dall’ente battitore come “ben conservata” e “perfettamente funzionante”. Sebbene per il momento non siano state ipotizzate delle cifre, le aspettative sono a sette zeri.

“Senna è stato uno dei piloti più carismatici in epoca moderna e la macchina in questione è quella che ha permesso alla McLaren di sorpassare la Ferrari in termini di successi iridati conquistati. Senza dimenticare che con questo chassis Ayrton è diventato il Maestro di Monaco”, ha spiegato Mark Osborne, responsabile per la parte motorsport della Bonhams.

Lo scorso novembre la Ferrari 2001 di Michael Schumacher è stata venduta a 7,5 milioni di dollari, un’offerta senza precedenti per quanto concerne una F1.

Chiara Rainis