CONDIVIDI
Kimi Raikkonen (©Getty Images)

A mondiale neppure partito la Ferrari pare aver già deciso chi sarà il pilota numero 1 della squadra. E’ evidente infatti che in Australia, al di là della Safety Car, uscita proprio nel momento più opportuno per Vettel, la Scuderia abbia scelto il tedesco per puntare alla caccia al titolo, come si è visto quando ha deciso di adottare la strategia del pit stop ritardato agevolando di fatto la rimonta del #5 sul fuggitivo Hamilton.

Ciò nonostante Kimi Raikkonen, secondo fino a quel momento e potenzialmente in grado di assaltare la Mercedes, ha incassato il colpo di finire soltanto 3° con la solita eleganza, plaudendo al risultato del team. “E’ andata bene così”, ha dichiarato in chiusura. “Non sono stato fortunato ma cosa potevo fare? Oggi la sorte è toccata Seb e in generale alla nostra squadra. Purtroppo io non sapevo bene cosa stesse succedendo. Ovvio che sono un po’ deluso in quanto avevo un buon passo. Se non altro rientrata la vettura di sicurezza sono stato in grado di conservare la terza piazza”.

In effetti per un attimo il driver di Espoo ha rischiato pure di prendere la medaglia di legno, dato che da dietro Daniel Ricciardo con la Red Bull stava rimontando in fretta. “E’ probabile che se le condizioni meteo fossero state migliori nelle libere 3, saremmo riusciti a prepararci in maniera più adeguata. Comunque questo è l’esito di oggi. Di certo possiamo implementare la velocità e considerato che il tracciato dell’Albert Park è particolare e non rende semplici i sorpassi, sono abbastanza convinto che su una pista più ordinaria come il Bahrain dove le temperature sono più elevate sapremo fare un altro passo avanti”, ha chiosato ottimista.

Subito dopo la bandiera a scacchi anche il Presidente Sergio Marchionne ha voluto salutare il doppio podio Rosso. “Non poteva esserci un inizio migliore per il Cavallino. Sentire l’inno di Mameli risuonare a Melbourne è stata un’emozione per tutti noi e per ogni tifoso della Scuderia!”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori