CONDIVIDI
F1 Griglia Canada (©Getty Images)

Anche il grande Circus potrebbe presto ospitare una scuderia con gli occhi a mandorla. Secondo quanto riportato da Auto Motor und Sport un consorzio made in China si sarebbe già fatto avanti per entrare almeno in partecipazione con un team già in griglia.

A svelare questo possibile colpo di mano asiatico che potrebbe assumere tinte storiche non essendoci alcun precedente è stato il boss Red Bull Christian Horner. L’inglese avrebbe raccontato al magazine tedesco che alcuni membri della fabbrica di Milton Keynes sarebbero stati fermati da alcuni rappresentati cinesi interessati ad acquisire del personale.

“Ad alcuni nostri dipendenti è stato domandato se fossero disponibili ad entrare in una nuova squadra”. Ha dichiarato il dirigente. “A mio avviso cominciare ora a lavorare su una novità del genere per un ingresso nel 2018 è un po’ tardivo”.

In realtà la questione sarebbe tutt’altro che fantasiosa. Le fonti germaniche hanno parlato di una suddivisione dei compiti in stile McLaren Honda già pianificata, quindi con la base finanziaria  in Asia e il quartier generale tecnico nella Motorsport Valley britannica. A rafforzare ulteriormente la tesi il contatto anche con alcuni ex dipendenti della Manor.

“Almeno una decina di persone sono venute ad informarsi”. Ha confermato il boss sportivo della Liberty Ross Brwan, rivelando la possibilità di aver qualche nome in più sullo schieramento. “Tuttavia ciò che li incuriosiva era sapere se fosse in programma una  modifica del regole sportive con un orientamento ad aiutare i nuovi entrati. In pratica se una volta  dentro  avrebbero potuto godere di parte del classico “premio” distribuito ai team. E  purtroppo abbiamo dovuto rispondere che fino al 2020  saremo legati alla tipologia di contratti in essere”.

Oggi chiunque ambisca a figurare in F1 deve versare subito una “garanzia” da 20 milioni di

dollari  in attesa del responso definitivo da parte degli incaricati della FIA che verificano le condizioni finanziarie e tecniche del richiedente.