CONDIVIDI
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Non è proprio andato giù a Lewis Hamilton il commento rilasciato qualche giorno fa da Nico Rosberg. Il campione del mondo di F1 del 2016 aveva definito la “mancanza di continuità” l’unica vera pecca del britannico, a suo dire, soggetto di frequenti fasi di calo.

“Penso di aver dimostrato che non è così anche l’anno passato. E’ evidente che ci sia qualcuno in giro che ha bisogno di ottenere il titolone in prima pagina ed è questo il modo in cui è in grado di farlo“, ha affondato un po’ permaloso. “Il mio target per il 2018 sarà quello di dimostrami ancora più costante di prima. Una mia caratteristica che comunque reputo fondamentale per la conquista dello scorso titolo”.

La sfida con i colleghi

Non contento, l’inglese della Mercedes ha poi utilizzato Ricciardo, a cui ha voluto dare un consiglio per il futuro, per pungere il suo ex compagno di squadra. “C’è sempre la tentazione di cercare qualcosa di meglio in un altro team, ma quando si è in una scuderia è molto importante incoraggiare chi lavora per te, perché sono le persone che possono aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Daniel oggi è parte di un’equipe fantastica, la Red Bull, e sono convinto che sarà tra i papabili contendenti alla vittoria finale.Recentemente invece abbiamo visto alcuni piloti che hanno preso decisioni sbagliate, destabilizzando e demotivando il gruppo in cui erano”,

Per concludere , Hamilton ha provato a fare una previsione di ciò che sarà dall’Australia in avanti: “Mi aspetto una stagione eccitante per i tifosi con due iridati pronti a darsi battaglia a vicenda! Al momento c’è grande attenzione attorno alle Frecce d’Argento anche se i test sono stati un po’ falsati. Detto ciò quando ci si avvicina al fine carriera si vuole sempre lottare ad alto livello ed è ciò che desidero fare con Vettel”.

Chiara Rainis