CONDIVIDI
La Ferrari ai box del GP d'Australia di F1 2019 (Foto Ferrari)
La Ferrari ai box del GP d’Australia di F1 2019 (Foto Ferrari)

F1 | Forghieri a TMW: “La Ferrari più di così non poteva fare. Mancano risorse”

Tra i tanti addetti ai lavori rimasti delusi dalle prestazioni della Ferrari nel Gran Premio d’Australia, che ha inaugurato la stagione di Formula 1 2019, sicuramente non c’è Mauro Forghieri. Uno che la Rossa di Maranello la conosce bene, essendone stato direttore tecnico per vent’anni, durante i quali conquistò ben quattro campionati del mondo. E forse è proprio per questa sua lunga esperienza che l’ingegnere modenese aveva intuito con largo anticipo le difficoltà a cui stava andando incontro il Cavallino rampante in questo inizio di Mondiale, e specularmente il potenziale della Mercedes rimasto invece inespresso nelle prove invernali. Lo spiega lui stesso in questa intervista rilasciata ai microfoni di TuttoMotoriWeb.com.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ingegner Mauro Forghieri, è rimasto sorpreso dalla prestazione della Ferrari a Melbourne?
Proprio sorpreso non direi. Non si può essere mai sicuri di niente, però un po’ me lo aspettavo.

Quindi aveva capito che la Rossa, nei test pre-campionato, era un fuoco di paglia?
Semmai era più la Mercedes che si copriva. Penso che anche la Ferrari stessa lo sapesse, ma con il materiale che aveva a disposizione, la Rossa meglio di così non avrebbe comunque potuto fare. Quello che abbiamo visto era il suo massimo.

Molti sostengono che si sia trattato di un assetto sbagliato. Lei, invece, è convinto che il problema stia proprio nel pacchetto della macchina?
Non ho sufficienti dati in mano per dire qualcosa di sicuro, ma ritengo di sì. Ripeto, la Ferrari ha dato quello che aveva, di più non poteva dare.

Insomma, dobbiamo rassegnarci ad un’altra stagione di delusioni?
Non è detto. È solo l’inizio, e speriamo che i problemi che la Ferrari ha incontrato siano di carattere transitorio, non definitivo. A Maranello sanno cosa devono fare e anche, purtroppo, cosa possono fare. Mi auguro che possano fare molto, in modo che siano in grado di risalire. Questa era solo la prima gara: bisogna avere un po’ di pazienza prima di trarre delle conclusioni generali.

Che impressione le ha fatto Mattia Binotto da team principal?
Binotto è una persona corretta e brava, ma se non gli danno le possibilità, se non lo mettono in condizione di far bene, sarà difficile che possa realizzare dei miracoli.

Si riferisce alle possibilità economiche? È un problema di budget?
Mi riferisco a tutto il complesso. I soldi, da soli, non sono risolutivi, ma non danno certamente fastidio. Perché se hai i soldi puoi contare su aiuti più consistenti e contornarti di gente migliore.

A questa Ferrari mancano un po’ di risorse, insomma.
Esatto, questo è il mio parere. Speriamo che non ne manchino troppe.

E Charles Leclerc come si è comportato nel suo Gran Premio di debutto in rosso?
Sicuramente è uno che può andare forte. Bisogna vedere se sa gestire bene le sue qualità, che potrebbero anche dare fastidio se non sarà capace di amministrarle nel modo corretto. Però ritengo che sia una persona intelligente, quindi dovrebbe darci le risposte giuste. Uso sempre il condizionale, perché un po’ di cautela non guasta…

Fabrizio Corgnati

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori