CONDIVIDI
Felipe Massa (©Getty Images)

Salvo nuovi ripensamenti questa volta il suo annuncio dovrebbe tramutarsi in realtà. Felipe Massa non sarà al via della prossima stagione e con il GP di Abu Dhabi di fine novembre chiuderà la collaborazione con la Williams partita nel 2014.

“Come tutti sanno dopo aver deciso di abbandonare la F1 lo scorso anno, su richiesta da parte del team ho accettato di prendere parte ancora ad un campionato. In questi quattro anni mi sono divertito molto, ma la carriera è arrivata al termine. Ci tengo nuovamente a ringraziare tutti quelli che mi hanno supportato nel tempo, quindi mio padre, la mia famiglia, il mio manager Nicolas Todt, i miei amici, i colleghi e gli sponsor, ma ovviamente anche i tifosi che si sono sempre dimostrati appassionati. Mentre mi preparo alle ultime due gare so di poter contare su magnifici ricordi e sebbene so che sarà un momento commovente, darò il massimo per concludere con una nota positiva”, il messaggio del brasiliano.

“E’ stato un assoluto piacere lavorare con Felipe e personalmente gli sono grata per aver prolungato la permanenza alla notizia del passaggio di Valtteri Bottas alla Mercedes. E’ stata una chiara dimostrazione della forte relazione che si è stabilita tra lui e la squadra. Alla luce dell’emozionante addio a San Paolo la passata stagione non deve essere stato facile decidere di continuare. Anche a nome di mio padre Frank ci tengo quindi a inviargli i miei migliori auguri per il futuro”, le parole della vice boss Claire Williams.

Chi prenderà il suo posto?

La scuderia inglese ha fatto sapere che a breve verrà resa nota la line up 2018. I favoriti al sedile appartenuto al #19 sono Pascal Wehrlein, al 99% fuori dalla Sauber, il russo Daniil Kvyat, cacciato a più riprese da Red Bull/Toro Rosso, la riserva Paul di Resta, che ha preso il volante della FW40 in sostituzione del brasiliano, malato, nel GP d’Ungheria, e Robert Kubica, assente dal Circus dal 2010 per i postumi dell’incidente occorsogli a febbraio 2011 al Rally Ronde di Andora.

Sia lo scozzese, sia il polacco, nei mesi scorsi, sono stati protagonisti di due sessioni di test valutativi all’Hungaroring e a Silverstone, di cui però non sono stati diffusi i dettagli. Di recente proprio Massa si era espresso sulle possibilità dei due nomi più gettonati palesando alcune perplessità.

Chiara Rainis