CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Ferrari Twitter)

Sebastian Vettel ha chiuso al vertice la seconda giornata di test invernali della F1 sul circuito del Montmelo. Il ferrarista, autore di 98 tornate e protagonista di un’escursione sulla ghiaia, è stato il primo a scendere sotto il muro dell’1’20 firmando un 1’19″637 con gomme soft. Alle sue spalle si è inserito Valtteri Bottas con la Mercedes, unico a sostenere il passo del tedesco. Terzo invece Stoffel Vandoorne, competitivo sin dalle prime battute della sessione con la McLaren. Quarto Max Verstappen, a lungo ai box in mattinata a seguito di una perdita di carburante dalla sua Red Bull RB14, ma poi in ripresa nel pomeriggio tanto da compiere 67 giri.

Quinto Carlos Sainz con la Renault, staccato di 1″5, quindi Pierre Gasly con la Toro Rosso. Il francese, in azione per 82 tornate non ha avuto paura neppure quando sulla pista iberica hanno cominciato a cadere dei fiocchi di neve, e come Esteban Ocon, nono con la Force India, ha montato le catene e affrontato qualche chilometro extra.

Settimo con il tempo di 1’21″495 ha terminato Robert Kubica che ha preso il volante dopo un’assenza partita nel 2011 da Sergey Sirotkin, ottavo, attivo nel turno mattutino. Inutile dire che il pilota di Cracovia è stato il più acclamato. I suoi tifosi, armati di bandiera polacca, incuranti delle temperature polari e di un meteo in via di peggioramento, l’hanno accompagnato con applausi ad ogni suo passaggio.

Decimo il rookie dell’Alfa Romeo Sauber Charles Leclerc, pure lui vittima di uno spavento alla curva 4, comunque senza conseguenze e undicesimo Kevin Magnussen con la Haas fermo ad appena una trentina di giri.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori