CONDIVIDI
F1 Griglia Cina (©Getty Images)

Nel paddock di Shanghai è serpeggiata un’indiscrezione che dovrebbe trovare conferma nell’incontro del Gruppo Strategico della F1 previsto per le prossime ore. Dal 2019 il quantitativo di benzina imbarcato dalle monoposto del Circus potrebbe arrivare a 105 kg. Questo per tentare di animare un po’ di più con sorpassi o perlomeno con lotte ravvicinate delle gare spesso addormentate dalla ricerca continua da parte dei piloti di non consumare troppo carburante e rischiare di rimanere fermi in pista come stava per accadere in Bahrain a Fernando Alonso, costretto a farsi doppiare dal gruppetto di testa capitanato da Vettel per non restare a secco.

Va considerato che almeno nei primi due round del 2018 una mano in questo esercizio di conservazione l’hanno data gli incidente con conseguente attivazione della Virtual Safety Car in Australia, piuttosto che dalla vettura di sicurezza vera e propria ad Al Sakhir, ma ad oggi il “fuel consumption” è un incubo reale per tutti i protagonisti della massima serie. Dai motoristi, a chi è alla guida, il quale deve sempre stare attento a non sprecare quando non serve ed essere efficiente in caso di manovre da effettuare. A complicare la situazione attuale l’incremento del carico aerodinamico, che ha ancor di più obbligato i driver a correre con il freno tirato.

Secondo le prime stime basterebbe aumentare il quantitativo di benzina dai 5 ai 7 kg per poter disputare tutti gli appuntamenti del mondiale senza problemi, mantenendo anche il limite del di consumo istantaneo garantito dal flussometro di 100 kg. Qui i produttori di power unit potrebbero giocarsi una carta importante. Qualcuno potrebbe infatti riuscire in qualche modo a ridurre l’utilizzo godendo a quel punto di un doppio vantaggio, ossia poter imbarcare meno carburante al via.

A quanto pare non dovrebbero esserci contrari alla proposta che sarà avanzata martedì, motivo per cui, come detto, il provvedimento dovrebbe entrare in vigore dalla prossima stagione.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori