CONDIVIDI
Max Verstappen (©Getty Images)

Con una temperatura leggermente più calda rispetto al mattino, è partito il secondo turno di libere sul circuito Hermanos Rodriguez. Al box per l’intera prima sessione per lasciare il tempo ai meccanici Toro Rosso di sostituire la power unit, Pierre Gasly si è subito buttato inp ista una volta acceso il samoforo verde.

1’20″027 per Kimi Raikkonen con le supersoft dopo un mega traverso. Poco dopo il finnico si migliora in 1’19″761. 1’20″071 per Sebastian Vettel, subito alle spalle del compagno di squadra.
Continuano ad abbassarsi i tempi. Seb firma un 1’19″472 malgrado una sbavatura. Il tedesco è pure lui sono gomma a banda rossa.

1’19″207 per Lewis Hamilton con le ultrasoft.

1’17″437 per Max Verstappen a 1h07 dalla fine.

A 55′ dalla fine piccola escursione di pista per Seb. Bloccaggio per Kimi.

A 50′ Sainz a mezzo secondo da Mad Max. La Renault è in gran forma.

Velocità molto elevate in Messico…

Quando siamo a metà sessione Verstappen precede Sainz e Vettel.

A 20’dalla fine Daniel Ricciardo esprime preoccupazione via radio per i segnali di temperature alte apparsi sul dashboard della sua RB14. L’altura ha cominciato a colpire.
Motore surriscaldato anche per Fernando Alonso che finisce sull’erba. Lo spagnolo è penultimo davanti alla Haas di Kevin Magnussen. Lewis Hamilton si lamenta del feedback della sua Mercedes.

A 8′ dalla conclusione Verstappen fermo nella via di fuga a causa di un problema molto simile a quello accusato ad Austin da Ricciardo. I freno surriscaldati potrebbero essere la causa.

Bandiera a scacchi! Tutto invariato. Red Bull al top con Max Verstappen seguito da Daniel Ricciardo. Terza la Renault di Carlos Sainz. Quarto Vettel e ottavo Iceman.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori