CONDIVIDI
Lewis Hamilton (©Getty Images)

F1 | Messico, Hamilton come Fangio, ma tra le polemiche

Con il quarto posto ottenuto a Città del Messico Lewis Hamilton ha finalmente chiuso la partita per il campionato, ben lontana dalla guerra psicologica oltre che pistaiola di epoca Rosberg, ma ugualmente intensa. Da domenica pomeriggio il driver di Stevenage è nella storia. Cinque volte campione del mondo come solo Juan Manuel Fangio e Michael Schumacher, poi salito a quota sette, hanno fatto nella massima categoria a ruote scoperte.

Un incoronamento che tutto si può dire, ma non che sia immeritato,e pur tuttavia motivo di polemiche. Come in Texas, anche in Messico la Mercedes, privata dei noti buchi a cerchi e mozzo è andata in tilt. Lontana anni luce dalle prestazioni che l’hanno resa invincibile in queste ultime stagione, la scuderia di Stoccarda ha dunque alimentato i dubbi di chi ha visto in questo escamotage adottato da Singapore, una delle cause della sua ripresa nella seconda parte del campionato.

La festa

Dal canto suo Ham, mediocre quarto al traguardo all’Hermanos Rodriguez e ultimo dei non doppiati, ha preferito non commentare intervistato da Sky Sports Uk.

Sono legato al marchio da quando avevo 13 anni, dunque raggiungere Fangio con loro è qualcosa di incredibile e surreale“, la sua emozione. “Per quanto concerne la gara è stata terribile. Sono partito bene, però poi è successo qualcosa. Sia io, che Bottas abbiamo lottato e personalmente ho soltanto cercato di portare l’auto alla fine. Di certo il titolo non l’ho conquistato qui”.

L’inglese ha quindi reso merito alla famiglia che lo ha aiutato: “Ringrazio mio padre che ha creduto in me e mi ha appoggiato, ai tifosi, e ai ragazzi al box e in fabbrica che hanno saputo alzare l’asticella. Ancora mi è difficile realizzare quanto ottenuto. Era un sogno, ma non pensavo di poterlo coronare un giorno”.

Onestamente penso di aver guidato al meglio in questa stagione e sono piuttosto soddisfatto di come sono andate le cose. Ho fatto progressi in ogni area“, ha concluso orgoglio il 33enne.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su  Google News.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori