CONDIVIDI
Chase Carey, CEO F1 (Getty Images)

Come promesso l’appuntamento del Bahrain è stato occasione per discutere del futuro del Circus e al termine di un incontro che ha visto presenti Liberty Media, i vertici delle scuderie iscritte e la FIA, si è giunti ad un punto.

“La F1 è uno sport con una grande tradizione”, si legge sul comunicato firmato dal CEO Chase Carey. “Vogliamo preservare, proteggere e valorizzare questa storia, ma anche farne crescere il potenziale mettendo i nostri fan al centro di una disciplina che vogliamo diventi più competitiva ed accattivante possibile. Siamo guidati da un unico desiderio. Creare il marchio sportivo leader a livello mondiale”.

Queste le proposte avanzate in continuità con quanto già ipotizzato qualche mese fa: La power unit dovrà essere più economica, semplice, rumorosa e potente, riducendo allo stesso tempo la possibilità di incappare nelle penalità che i piloti scontano sulla griglia di partenza Dovrà restare collegata a quanto utilizzato dall’industria automobilistica, con conferma della scelta ibrida e l’opportunità per i costruttori di poter realizzare una loro unità originale. Le nuove regole, quindi, dovranno essere in grado di allettare nuove Case interessate all’ingresso nella categoria e garantire ai team clienti l’accesso alle stesse prestazioni delle squadre ufficiali.

Un secondo obiettivo da raggiungere sarà rendere il modo in cui viene speso il budget più ragionato. Ci saranno alcuni elementi standardizzati, ma la differenziazione delle monoposto rimarrà un valore fondamentale anche per quanto concerne l’aerodinamica.Verrà introdotto un budget cup che comunque preserverà la posizione della serie come il vertice del motorsport sul fronte tecnologico.

I nuovi criteri di distribuzione dei ricavi dovranno essere più equilibrati, basati sulla meritocrazia e legati ai risultati. Dovrà essere riconosciuto il valore storico delle squadre con maggiore anzianità e i supporti economici saranno garantiti sia alle squadre, sia ai fornitori di motori.

Infine sul fronte tecnico/ sportivo, infine, le vetture dovranno essere il più possibile orientate alla competizione così da aumentare le chance d sorpasso. La tecnologia continuerà ad avere un certo peso, ma l’abilità del pilota tornerà ad essere il fattore predominante nella performance complessiva.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori