CONDIVIDI
Fernando Alonso (©Getty Images)

Da quando il motore della McLaren non è più prodotto dalla Honda, bensì dalla Renault Fernando Alonso si è trasformato in un altro pilota. A sostenerlo il responsabile del muretto di Woking Eric Boullier secondo cui liberatosi dal male tarato Sakura il due volte iridato è tornato ad essere vispo come un grillo. “Di solito i piloti e lui in particolar modo, non si tirano indietro quando c’è da segnalare che qualcosa non sta funzionando”, ha affermato a Motorsport.com. “Se guardiamo a come Nando si è comportato durante i test al Montmelo, è cambiato moltissimo. Anche nei giorni in cui non doveva girare era in circuito prima di pranzo. Ricordo che l’anno scorso arrivava alle 7 di sera!”.

“Adesso è senz’altro più felice. E’ un combattente e vuole ii meglio del meglio e sempre di più. Si sta dimostrando interessato e attento a cosa si fa nel box”, ha proseguito il manager francese.

In realtà al di là dell’euforia per la nuova power unit, la MCL33 nella doppia quattro giorni a Barcellona ha fatto sventolare ben 5 bandiere rosse e completato appena 599 tornate, ossia meno di qualunque altro team. Unica nota davvero positiva il terzo crono assoluto firmato da Alo nell’ultimo giorno a disposizione.

“Sappiamo di essere spinti da un propulsore vincente, per cui anche se non saremo i più forti, potremo batterci per podi e successi di gara. Un gran bel boost per il morale. Devo dire che sono rimasto colpito da quanto questa squadra sia rimasta motivata nonostante tutto. Abbiamo dovuto fare un reset mentale per trovare la performance necessaria sia all’interno del gruppo operazionale, sia in quello che si sposta sui circuiti e ora ci siamo”, ha concluso Boullier.

Nel 2017 la McLaren aveva concluso il campionato in penultima piazza tra i costruttori con soli 30 punti.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori