CONDIVIDI
Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Binotto: “Mercedes squadra da battere. Sa affrontare le difficoltà”

A pochi giorni dal via della stagione 2019 di F1 il boss Ferrari Mattia Binotto ha già cominciato a mettere le mani avanti e a ridurre le attese relative alla prestazione della Rossa a partire dall’Australia, inevitabilmente cresciute nel corso dei test invernali al Montmelo. Così, dopo aver segnalato nei giorni scorsi come la SF90 pecchi ancora in termini di affidabilità, si è ora affrettato a dire che la Mercedes resta la scuderia detta passo.

Le Frecce d’Argento sono al top, noi siamo un gruppo giovane, conosciamo i nostri obiettivi, ma dovremo dimostrare di essere uniti nel momento delle difficoltà. In ogni caso ciò che vogliamo è dare il via ad un nuovo ciclo“, ha dichiarato a Il Corriere della Sera. “Quello di Stoccarda è un team consolidato, sa come costruire una macchina veloce, ha disponibilità economiche, competenze e se dovesse incontrare intoppi iniziali li supererà”.

Parlando del pilota più chiacchierato del momento, ovvero il giovane Leclerc, l’ingegnere nato in Svizzera ha detto: “Per noi Charles rappresenta un investimento. Passa molto tempo con gli ingegneri per progredire. Sta cercando di acquisire il vocabolario necessario per comunicare e spiegare la macchina“.

Quindi, seppur con diplomazia, il 49enne ha raccontato del disagio provato nel 2018. “Non ero più nelle condizioni di esercitare bene il mio mestiere. Lavorando a Maranello da 25 anni ho avuto la fortuna di vivere anche momenti gloriosi, come gli anni di Todt e Brawn, di Schumacher. E poi con Stefano Domenicali. Io ho sempre imparato da tutti, anche da Maurizio Arrivabene e di questo lo ringrazio, ma avevamo punti di vista differenti“, la frecciatina all’ex dirigente.

Infine Binotto ha dedicato un pensiero al Presidente Sergio Marchionne, scomparso prematuramente lo scorso luglio. “Ci ha insegnato a non porci limiti, a puntare a raggiungere l’impossibile. Quando mi promosse a direttore tecnico lo fece per rompere gli schemi. Fu una cosa nuova per la F1. Io non avevo mai progettato una vettura“, ha concluso.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori