CONDIVIDI
Sebastian Vettel, Ferrari (©Getty Images)

Presente nel paddock di Sochi lo scorso weekend e soprattutto seduto in tribuna d’onore accanto al Presidente russo Valdimir Putin e al nuovo direttore generale del Circus Chase Carey Bernie Ecclestone si è compiaciuto dello spettacolo regalato dalle monoposto 2017 di F1. Non tanto però per le nuove regole definite dal Gohta, bensì per il ritorno alla competitività dalla Ferrari. La scuderia che più di tutte le altre ha dettato la storia dello sport.

“Credo che Sebastian Vettel e Lewis Hamilton si daranno battaglia per tutta la stagione. Sarà un duello interessante.  Quest’anno il team di Maranello è riuscito davvero a rientrare nella battaglia per le prime posizioni e questa è un’ottima notizia”. La dichiarazione del Supremo riportata da F1i.com. “I tifosi erano stanchi del dominio Mercedes degli ultimi campionati. Di conseguenza sono certo che quest’incertezza sarà d’aiuto ai promoter per vendere più biglietti”.

Ormai nelle vesti di boss onorario l’86enne ha poi elogiato il lavoro fatto dagli organizzatori di Krasnodar per allestire un GP all’altezza delle location più consumate.

“Ricordo la mia prima visita qui, ero un po’ scoraggiato”. Ha detto all’agenzia stampa Izestia. “Non ero sicuro che il Paese sarebbe stato in grado di dare vita ad un circuito di livello, ma una volta ricevute le garanzie da Putin mi sono tranquillizzato, consapevole che non è nel suo carattere prendere decisioni affrettate. Di sicuro sarà ricordato come un grande Presidente, che ha fatto molto per la sua nazione e per la pace nel mondo”.

Infine sulla permanenza in calendario della gara sul Mar Nero Bernie Ecclestone ha affermato: “L’appuntamento sarà confermato ben oltre il 2025. Avevamo addirittura  pensato ad uno slittamento d’orario alla sera, però non so se ne valga la pena. Le immagini tv di Sochi al pomeriggio sono meravigliose e tutto è al top. Non vedo dunque il motivo di cambiare”.

Chiara Rainis