CONDIVIDI
Renault Megane R.S. (©Renault Official)

Pur avendo preferito la strada in salita dei circuiti a quella più in discesa già battuta con successo da papà Carlos, detto il Matador, tra gli anni ’90 e 2000, Sainz Jr. non si è tirato indietro davanti alla possibilità di partecipare al Rally di Montecarlo, prova inaugurale del WRC 2018 in programma dal 25 al 28 gennaio.

Il 23enne spagnolo guiderà lungo i 13,58 km della Cabanette-Col de Brau, speciale conclusiva che si snoderà sulle Alpi Marittime a 1400 m sul livello del mare. Al volante della nuova Renault Mégane R.S.il driver di F1 farà quindi da apripista ai concorrenti ormai con la testa alla grande festa nel Principato.

“Non vedo l’ora di fare questa esperienza per la prima volta nella mia vita”, ha affermato il figlio d’arte passato alla Renault dal GP di Austin dopo due stagioni e mezzo alla Toro Rosso. “Mio padre me ne ha parlato molto. Mi ha raccontato di quanto siano difficili le ps, di come le condizioni climatiche cambino rapidamente dalla neve, alla pioggia, al sole, motivo per cui occorrono nervi d’acciaio in alcuni passaggi e sui tornantini. Sarà davvero eccitante essere al con la Megane, che per l’occasione verrà equipaggiata di gomme chiodate in modo da convogliare maggiormente la sensazioni di essere protagonista di un rally”.

Ricordiamo che Carlos Sainz Sr., fresco trionfatore a 55 anni suonati della Dakar numero 40, si è aggiudicato il Monte nel 1991, nel 1995 e nel 1998.

Per quanto riguarda il #55 con ogni probabilità dovremmo vederlo al fianco della sua monoposto 2018 già il 20 febbraio quando si vocifera avverrà la presentazione ufficiale dell’auto bruciando in velocità la concorrenza big di Ferrari e Mercedes, entrambe sotto i riflettori il 22.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori