CONDIVIDI
Fernando Alonso (©Getty Images)

Stava andando bene e addirittura era riuscito a passare dalla dodicesima piazza da cui partiva, alla decima, grazie ad una gestione gomme esemplare che lo aveva tenuto in pista con lo stesso treno per ben 42 giri, ma alla fine Fernando Alonso ha dovuto parcheggiare per l’ennesima volta in una nuvola di fumo. Di conseguenza niente punti e niente risultato per lo spagnolo della McLaren, a due tornate dalla bandiera a scacchi appiedato dal solito motore Honda.

“La gara di per sé è stata piuttosto complicata per via della mancanza di potenza”. Si è lamentato il campione di Oviedo. “Riuscivano a sfilarmi arrivati a metà rettilineo e a volte questa differenza di velocità si è rivelata perfino pericolosa”.

“Il problema è che non solo abbiamo buttato via un punto o comunque la possibilità di ottenere un buon risultato a Montreal. A fronte della sostituzione del propulsore sulla MCL32 di Button a Monaco che già l’aveva costretto a fondo griglia, a Baku dovrò scattare per ultimo”. Ha sottolineato il due volte iridato ricordando la regola relativa al massimo di componenti rimpiazzabili a gratis, un numero per Woking ormai da tempo superato. “Di certo una situazione non ideale”.

Così, sebbene di recente avesse rimandato ad un futuro indefinito il ritorno alla 500 Miglia, in preda alla frustrazione per le scadenti performance della McLaren Fernando Alonso pare aver zoomato sulla chance targata America.

“Perché no? Sono aperto a tutto”. La sua risposta alla domanda relativa ad una replica ad Indianapolis magari già nel 2018. “Mentirei se dicessi di aver perfettamente presente quello che sarà il mio prossimo anno”.

Intanto il boss Honda Yusuke Hasegawa ha provato a fornire una spiegazione del problema accusato dall’asturiano. “Alla luce dei dati sembra un danno al motore a combustione interna, ma indagheremo meglio. Ciò che dispiace è che pur essendo il Gilles Villeneuve, un circuito che premia lo spunto, eravamo in lotta per un buon piazzamento”. Il commento del nipponico.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori