CONDIVIDI
Ayrton Senna (©Getty Images)

La sua immagine sotto il diluvio con il pugno alzato convinto di aver vinto è diventata una delle più iconiche della storia della F1. In quel lontano round monegasco del 1984 Ayrton Senna metteva il primo mattoncino importante di una carriera che lo avrebbe trasformato in leggenda. E ora la co-protagonista di quell’impresa in realtà mancata, in quanto si trattò soltanto di un secondo posto, ossia la Toleman-Hart TG184-2, verrà messa all’asta dalla casa britannica Bonhams fondata a Londra nel 1793.

Come detto, fu con quella vettura che Beco cominciò a crearsi il nome di asso della pioggia, del volante e in generale di personaggio dal forte carisma e richiamo, capace di conquistare un po’ tutti gli appassionati romanici dell’automobilismo.

Per chi non era nato o non ricorda, la gara in questione era stata interrotta per pioggia battente al giro 31 quando il francese Alain Prost, che poi diventerà il suo più grande rivale, era al comando, ed era stato sorpassato dal campione di San Paolo proprio nel mentre veniva sventolata la bandiera rossa.

Quel successo per il Professore assumerà poi il sapore della disdetta, in quanto non avendo raggiunto il 50% dei giri previsti (76), ottenne solo metà del bottino previsto andando alla fine a perdere il mondiale piloti per mezzo punto a favore del compagno di squadra in McLaren Niki Lauda.

“Siamo fieri di poter presentare all’asta dell’11 maggio la macchina con cui Senna aprì il suo favoloso capitolo nella massima serie”, ha dichiarato Mark Osborne, direttore della sezione motorsport. “La rivalità con il driver transalpino andata in scena tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni 90 resta una delle più eccitanti della storia delle quattro ruote”.

Per l’occasione in vendita ci sarà anche la McLaren MP4/8A con cui il Tricampeao si aggiudicò il GP di Monaco del 1993, così come la Tecno 69 che regalò a Ronnie Peterson il round monegasco di Formula 3, in quel periodo categoria di supporto del Circus.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori