CONDIVIDI
Niki Lauda
Niki Lauda (getty images)

La Mercedes domina il Mondiale di Formula 1 da due stagioni, senza che nessuno riesca a metterle i bastoni tra le ruote, rendendo i week-end del Circus noiosi e monotoni. Ad inizio di stagione sembrava che la Ferrari fosse ad un passo dall’aver colmato il gap, ma le Frecce d’Argento di Lewis Hamilton e Nico Rosberg sembrano fare storia a sè in ogni Gran Premio, eccezion fatta per la gara in Malesia vinta da Sebastian Vettel quasi per errore.

Una posizione di netta supremazia che ha portato Niki Lauda, presidente onorario della Mercedes, a perdere il bon ton e deridere i rivali della Ferrari. In un’intervista alla ‘Bild l’ex tre volte campione iridato ha espresso la sua opinione sul team di Maranello, con cui in passato ha vinto due titoli: “Non ne posso più di tutte queste polemiche. Invece di lamentarsi gli altri dovrebbero fare macchine più veloci. Che colpa ne ha la Mercedes se alla Ferrari gettano solo spaghetti e non mettono in strada la macchina nel modo giusto?”.

La Ferrari ha preferito non replicare alla stoccata di Niki Lauda, ma il boss della Mercedes Toto Wolff ha chiesto ufficialmente scusa per le dichiarazioni inappropriate: “Mi scuso se Niki può avere offeso. Credo che le parole di Niki siano state prese fuori contesto perché tutti conoscono lo stretto legame tra Niki e la Ferrari. Tutti sanno che Lauda ha una parlata schietta, a volte un po’ troppo diretta per i nostri giorni. In Mercedes abbiamo tutti un grande rispetto per la Ferrari, in pista e fuori. Sono i rivali più importanti e prestigiosi – ha aggiunto Toto Wolff – e quest’anno ci hanno già causato capelli bianchi e qualche mal di testa. E quest’anno ci sono ancora tante gare”.