CONDIVIDI

F1 2011 – Sarà l’aria di casa o sarà un sogno, ma il team McLaren sembra aver voglia di una scossa decisiva, dopo gli errori di Valencia, a Silverstone promette battaglia alla Red Bull. Jonathan Neale, manager della scuderia inglese, dichiara che tutto il vero potenziale della monoposto non è stato ancora messo in evidenza e, con il cambiamento di regolamento sugli scarichi, gli scenari potrebbero decisamente mutare.

“La vettura c’è, è competitiva, al livello della Red Bull. Finora ci sono stati molti eventi sfortunati, casuali, che ci hanno impedito di mostrare la qualità. Sono certamente propenso a considerare il GP di Valencia una macchia nei nostri piani. Altre squadre come la Ferrari hanno fatto alcuni passi avanti, ma questa è la natura delle competizioni motoristiche. Se abbassate la guardia per un attimo in questo sport si è finiti, poi nel quarto superiore della griglia della F1 la competizione per l’aggiornamento è feroce e se si perde competitività in una corsa si paga un prezzo anche nelle successive”.

I numeri, però, parlano chiaro e al momento Button dista ben 60 punti dal campione tedesco Sebastian Vettel a quota 161. Ma Jonathan Neale spera nel fattore sorpresa e, in fondo, siamo soltanto a metà stagione: “Red Bull ha avuto a inizio stagione un pacchetto tecnico efficace che le ha consentito di dominare, ma l’unica altra squadra ad aver vinto una gara siamo stati noi della McLaren. E ne abbiamo vinte due. Se saremo più continui e se mostreremo il nostro vero volto, la stagione cambierà radicalmente”.

Redazione