CONDIVIDI
 Flavio Briatore (©Getty Images)

Sempre molto critico nei confronti del Circus dei giorni nostri, forse perché vi è stato estromesso dopo lo scandalo del finto incidente di Piquet Jr. durante il GP di Singapore del 2008 Flavio Briatore è tornato all’attacco e pur riconoscendo qualche piccolo progresso grazie all’intervento di Liberty Media in termini di spettacolo e vicinanza al pubblico, ha aspramente criticato la scelta del passaggio ai V6 ibridi che tra l’altro verranno confermati anche dal 2021 quando entrerà in vigore un nuovo regolamento.

“Questo genere di propulsori sono una pura e semplice scemenza”, ha dichiarato parlano ad Auto Hebdo. “Rappresentano l’ultimo regalo del vecchio board della FIA presieduto da Max Mosley. Una bomba a scoppio ritardato. Si continua a sentir parlare dell’elettrico ma anche le batterie inquinano in maniera rilevante. La Federazione però ha fatto di tutto per introdurli e purtroppo non solo hanno distrutto la F1, ma hanno altresì incrementato i costi in maniera esponenziale”.

“Quando ero ancora ai vertici del team Renault avevo ingaggiato un vero braccio di ferro con i federali per cercare di ottenere il congelamento dello sviluppo delle unità ed infatti con quel provvedimento le spese erano diminuite drasticamente. Per capirci meglio, a Viry Chatillon avevamo 400 dipendenti e siamo riusciti a scendere a 150. Quella era la soluzione perfetta”, ha concluso il manager piemontese.

I propulsri della discordia

Se ormai da tempo in molti si stanno preoccupando del denaro sperperato nello sport, Ferrari e Mercedes hanno subito fatto la voce grossa una volta venuti a conoscenza della proposta di uniformare molte delle componenti della power unit con l’intento di livellare le prestazioni e appunto stare attenti alla borsa.
In particolare da Maranello è arrivata anche la minaccia d’abbandono della serie, qualora il prodotto del Cavallino non dovesse avere più la chance di mostrare la propria forza.
Tra le idee messe sul tavolo dalla FIA anche la rimozione della MGU-H e un sistema per alzare il volume del motore per il piacere delle orecchie dei tifosi.

Chiara Rainis