CONDIVIDI
Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel (Getty images)

Non poteva esserci esito migliore per la Ferrari al termine delle qualifiche del Bahrain. Prima e seconda seppur con un margine di meno di due decimi dal terzo di giornata, Valtteri Bottas con la Mercedes, le due Rosse hanno messo una pietra importante per una possibile doppietta in gara considerato quanto sia difficile superare su questo circuito.

In pole, un po’ a sorpresa visto la performance del compagno di squadra fino a quel momento Sebastian Vettel. “Non mi aspettavo di essere tanto competitivo oggi“, ha confidato il tedesco alla fine. “In Australia ho faticato con la gestione carburante, qui invece sembra essere tutto risolto. Sono molto contento. Abbiamo cercato di lavorare sull’assetto ed infatti le sensazioni sono migliorate rispetto a Melbourne. Anche sul fronte bilanciamento mi sento soddisfatto. Gli ultimi due giri a disposizione sono stati buoni e la bella notizia è che ora siamo davvero vicini alla concorrenza, tuttavia va ricordato che la corsa è domani”.

Mentre il #5 è apparso piuttosto gaudente per il suo mostruoso 1’27″958 e per questa partenza al palo confortante, Kimi Raikkonen, che fino agli ultimi istanti del Q3 era tranquillo davanti a tutti con il crono di 1’28″101, sorrideva a denti stretti, o meglio non nascondeva il proprio disappunto.

“Ho fatto una tornata conclusiva tutt’altro che perfetta, inoltre ho trovato traffico”, si è lamentato il 38enne. “Sono abbastanza deluso perché ero stato sempre rapido, comunque vedremo come andrà il GP. Sarà fondamentale partire bene, ma poi dovrà funzionare tutto il pacchetto“. Quindi interrogato sulla differenza tra battersi con il proprio team-mate o con un pilota di un’altra squadra, il finnico ha minimizzato: “E’ la stessa cosa per me”. E sui motivi del feeling con la SF71-H, ha nicchiato: “E’ soltanto una macchina nuova. Ci sono aspettati da rivedere, quindi non direi che presenta dei particolari a me più affini”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori