CONDIVIDI
Ferrari SF71H
Getty Images

F1 Ferrari, l’ultimo trucco per non spiare il volante è legale.

Una delle chiavi del successo nel Campionato del Mondo di Formula 1 è essere più intelligenti dei tuoi rivali quando si tratta di interpretare i regolamenti. E in tutte le stagioni, c’è sempre una squadra che trova una scappatoia nelle regole che ti permette di difendere e sviluppare un’idea che, nella maggior parte dei casi, è decisiva per il futuro del campionato. Ammortizzatore di massa, doppio diffusore, scarico del ventilatore…

Una premessa che gli ingegneri di Maranello stanno portando, quasi perfettamente, in questa stagione. Uno degli elementi più controversi della SF71H è il volante. E per evitare spionaggio di questo pezzo, la Scuderia ha messo una borsa del ghiaccio sopra la fotocamera di bordo con la giustificazione di raffreddare questo componente.

La FIA approva la ventola “copri-volante”

Una strategia, eseguita dalla Ferrari durante diversi test sulle vetture di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, che è stato bandito dalla FIA al Gran Premio d’Italia 2018, affermando questo organismo che il campo visivo deve essere chiaro in ogni momento. Una decisione che ha spinto il Cavallino Rampante a posizionare una ventola che serve per raffreddare la presa d’aria del motore. Un dispositivo piuttosto vistoso che sembra andare ancora a coprire la visuale della telecamera e ha perciò innescato nuovamente la curiosità degli addetti ai lavori.

“Lo guardiamo e la visione non è bloccata, sarebbe solo un problema se la visione fosse bloccata, daremo un’altra occhiata, ma non è la nostra priorità”, ha confermato Charlie Whiting alla conferenza stampa che ha seguito il Gran Premio di Singapore 2018. Un trucco legale e intelligente che unisce l’uso di guanti neri per ostacolare lo studio della configurazione o dei messaggi che appaiono sullo schermo del volante quando l’auto è nel garage o sulla griglia, che verrà sicuramente copiata dalla competizione.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News.