CONDIVIDI
Sebastian Vettel, Ferrari (©Getty Images)

F1 | Ferrari ancora nel mirino della FIA?

L’ultimo appuntamento della F1 prima della pausa estiva ossia il GP dell’Ungheria, vedrà la Ferrari ancora sotto la lente d’ingrandimento per quanto riguarda il fronte sicurezza. Il delegato federale Jo Bauer incontrerà i direttori tecnici delle varie squadre per definire ciò che deve essere migliorato per quest’anno e per il prossimo.

Il nocciolo della questione

Ancora una volta il tema cardine sarà quello degli specchietti. Argomento tornato alla ribalta in Austria quando Sebastian Vettel non si accorso durante la seconda fase delle qualifiche che da dietro stava sopraggiungendo lanciato Carlos Sainz.

L’episodio capitato al Red Bull Ring ha poi portato la Federazione a scrivere una direttiva rivolta alle scuderie informandole di nuove regole in arrivo per il round di Singapore.

Secondo il responsabile del reparto tecnico Nikolas Tombazis la ragione della scarsa visibilità degli specchietti retrovisori sarebbe da ritrovarsi  nell’evoluzione delle attuali monoposto nell’aera posteriore e dei sidepot laterali. Per questo d’ora in avanti i team non saranno più liberi di inserirli a piacere, ma la posizione verrà definita dalla FIA con appena 5mm di tolleranza. Ad oggi i “mirror” sono situati tra i 200 mm e i 550 mm dal centro vettura.

L’importanza degli aggiornamenti

Tornando alla Rossa, leader di entrambe le classifiche generali, Seb ha dichiarato che se il Cavallino vorrà mantenersi competitiva dovrà saper gestire bene gli update nella seconda parte della stagione.

“Secondo me dovremo continuare a sviluppare l’auto fino a fine campionato“, il parere del tedesco. “Da punto di vista della performance la macchina sta rispondendo bene, ma gli aggiornamenti restano la chiave.  Solamente con quelli potremo sperare di poterci battere costantemente. Se si hanno i giusti mezzi a disposizione si possono raggiungere gli obiettivi”, ha precisato con un po’ di timore, visto che solitamente la squadra di Maranello è quella un po’ più debole quando c’è da apportare migliorie.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori