CONDIVIDI
Ferrari (Getty Images)

In casa Ferrari c’è grande attesa per la nuova monoposto. La base è ottima, non c’è che dire, il regolamento non è cambiato molto e le auto resteranno quasi invariate nel 2018. Proprio per questo, dopo i grandi passi in avanti mostrati nell’ultimo anno, da Maranello ci si attende quell’ultimo step per riportare finalmente il mondiale in Italia.

Nel 2017, Sebastian Vettel ha lottato fianco a fianco con Hamilton, salvo poi defilarsi nell’ultima parte di stagione per problemi tecnici vari. Il britannico ha potuto così vincere il suo 4° titolo mondiale in carriera.

Presentazione via web

Come riportato da “Motorsport.com”, la nuova monoposto sarà svelata il 22 febbraio 2018. La SF18 (possibile nome) sarà presentata come accade da qualche anno a questa parte sul web con una presentazione.

Resto ancora un mistero il nome della nuova monoposto così come alcuni sponsor che potrebbero colorarla visto l’abbandono del Banco Santander. Possibile l’inserimento all’interno del nome o della livrea un omaggio ad Enzo Ferrari. Il 2018, infatti, sarà un anno molto particolare.

Nel 2018, precisamente il 18 febbraio, saranno 120 anni esatti dalla nascita del Drake, mentre il 14 agosto saranno 30 anni esatti dalla sua dipartita. Probabile quindi che in casa Ferrari si decida di omaggiare il proprio fondatore, dopo aver nominato la SF70-H in nome dei 70 anni del Cavallino Rampante, festeggiati nel 2017.

La nuova vettura non girerà a Fiorano come di consueto subito dopo la presentazione, ma verrà inviata a Barcellona dove dovrà affrontare i test. Il suo debutto su pista però è fissato per il filming day prima dei test, in cui la vettura potrà saggiare i suoi primi 100 Km di vita. C’è molta attesa intorno a questa macchina. In particolare Sebastian Vettel spera che sia finalmente quella giusta, quella che riporti il mondiale a casa.

Antonio Russo