CONDIVIDI

Un cielo piuttosto minaccioso ha accolto i piloti nelle qualifiche valide per la definizione della griglia di partenza del GP d’Ungheria.

Q1 – Con un fondo ancora bagnato per la pioggia caduta in pausa pranzo subito dentro Mercedes e Ferrari con gomme intermedie.

1’25″988 per Kimi Raikkonen seguito a tre decimi da Lewis Hamilton.Sebastian Vettel si inserisce in seconda posizione. A 10′ dalla fine la Sauber passa alle slick. Seb firma un 1’25″176. Pure il ferrarista rientra per mettere le ultrasoft. Intanto Kevin Magnussen segna un 1’22″476. Ericsson e Hulkenberg si susseguono al vertice, quindi arriva Romain Grosjean con la Haas. Iceman con un 1’19″828 è il primo a scendere sotto l’1’20”. Il finnico migliora in 1’18″474. Raikkonen, Verstappen e Bottas, sono i primi 3 a 4′ dalla chiusura. Ricciardo si salva con le soft, ma la sua Red Bull non sembra in forma. Hamilton si fa vedere con un 1’17″4. Bandiera a scacchi! Vettel davanti a Verstappen e Bottas.

Q2 – Si riparte con grande traffico. Tutti vogliono approfittare dell’assenza della pioggia.

Tanta acqua in pista. Vettel è davanti con un 1’28″636. Lance Stroll perde il controllo della sua Williams e sbatte con l’anteriore.

Iceman si salva con un tempo comunque alto ma è vittima di un testacoda.

Divertente scambio tra Alonso e il suo muretto che lo invita a fare un altro giro: “Neppure coon un razzo possiamo migliorare”.

Bandiera a scacchi! Vettel comanda su Sainz e Verstappen. Fuori Alo e Ricciardo.

Q3 – Tutti i azione con le full wet. Brendon Hartley per la prima volta è nell’ultima fase. Hamilton firma un 137″564. A pochi millesimi l’altra Mercedes di Valtteri Bottas e la Ferrari di Raikkonen. A 4’30 Iceman in testa con un 1’36″186. Raikkonen, Hamilton e Sainz, la top 3 prima della grande bagarre.
Bandiera a scacchi!! Lewis Hamilton beffa tutti con un 1’35″658 davanti al compagno di squadra Valtteri Bottas e a Kimi Raikkonen!.