CONDIVIDI
Esteban Gutierrez (getty Images)
Esteban Gutierrez (getty Images)

La Ferrari tramite il proprio sito ufficiale ha annunciato l’ingaggio di Esteban Gutierrez come terzo pilota e collaudatore per la stagione 2015. Un annuncio arrivato un po’ a sorpresa visto che il messicano dopo aver chiuso la sua avventura con la Sauber sembrava destinato a correre in altre categorie, invece la scuderia di Maranello ha deciso di dargli questa importante opportunità.

Il pilota 23enne è approdato in Formula1 nel 2013 ed ha corso per due anni con la Sauber motorizzata Ferrari, dunque porta con sé un piccolo bagaglio di esperienza con i propulsori prodotti dal Cavallino Rampante.

 

Gutierrez entusiasta dell’avventura in Ferrari

Sempre il sito ufficiale della rossa riporta i primi commenti di Esteban Gutierrez dopo la nomina a terzo pilota e collaudatore per il 2015: “E’ un onore entrare a far parte di una squadra con una storia straordinaria come quella della Scuderia Ferrari. Per me rappresenta l’inizio di un percorso importante per il futuro e intendo fare del mio meglio per contribuire al raggiungimento degli obiettivi della Scuderia. Ringrazio quanti hanno creduto nel mio potenziale, perché questo mi da l’opportunità di crescere e di provare ad arrivare presto al top. Non vedo l’ora di dare inizio a questa nuova avventura, a cui dedicherò tutta la passione e la dedizione possibile”.

Il ragazzo è dunque molto motivato nell’affrontare questa esperienza con il team italiano. Non sarà un pilota titolare, ma far parte comunque del mondo Ferrari a livello formativo e di crescita può rappresentare una tappa importante per la sua carriera.

Nella scelta di ingaggiare l’ex Sauber è stato sicuramente fondamentale Maurizio Arrivabene, nuovo direttore generale e team principal, che ha così accolto Esteban Gutierrez: “Siamo felici di poter offrire questa opportunità ad un pilota giovane ma già esperto di monoposto di nuova generazione come Esteban, certi che grazie all’esperienza maturata in Formula 1 saprà dare un contributo importante al lavoro di sviluppo del simulatore”.

La Ferrari torna dunque ad avere nel proprio parco piloti un messicano dopo l’avventura dei fratelli Rodriguez, Pedro e Ricardo, circa 50 anni fa. Un altro connazionale, Sergio Perez, corre ora in Formula1 con la Force India ma nel 2010 era entrato a far parte della Driver Academy ferrarista prima di uscirne nel 2013 in seguito al passaggio in McLaren.