CONDIVIDI
Toto Wolff e Lewis Hamilton (Getty Images)
Toto Wolff e Lewis Hamilton (Getty Images)

Il contratto di Lewis Hamilton con la Mercedes scade a fine 2015 e le parti non hanno ancora trovato un accordo per il prolungamento, anche se qualche mese fa si era diffusa la voce di un’intesa già raggiunta e solo da ufficializzare.

Né il campione del mondo e neppure la scuderia di Stoccarda sembrano però preoccupati al momento, dato che c’è ancora tempo per negoziare e cercare punti di incontro che soddisfino tutti gli attori in gioco. L’importante è non tirare troppo la corda, perché si rischierebbe una clamorosa rottura e ciò rimescolerebbe un po’ le carte per quanto riguarda il mercato piloti della Formula1.

 

Toto Wolff parla del rinnovo di Lewis Hamilton

Toto Wolff, team principal della Mercedes, ai microfoni della tv finlandese MTV3 ha parlato delle difficoltà di trattare con l’inglese la questione contrattuale: “E’ stato molto più difficile del previsto. Lewis è parte del team e deve continuare ad essere motivato e sentirsi a suo agio, quindi devo pesare le mie parole attentamente. E’ un ragazzo molto sveglio e in gamba e non c’è alcuna pressione. Sappiamo quello che vuole e lui sa quello che vogliamo noi. Alla fine troveremo una visione comune”.

C’è dunque ottimismo nella squadra tedesca, anche se il fatto che Lewis Hamilton non abbia più un agente e tratti in prima persona rende più complicato giungere ad un accordo in breve tempo.

Toto Wolff aveva dichiarato che Fernando Alonso e Valtteri Bottas erano nomi che la Mercedes avrebbe preso in considerazione in caso di mancato accordo con l’ex McLaren. Ha spiegato il motivo di quella affermazione che aveva fatto molto discutere alimentando diverse voci: “Bisogna sempre agitare le acque, ma non in questo caso”, ha precisato Wolff. “Voglio mantenere un buon rapporto con Lewis e se metti la negoziazione nelle mani dei media come fosse un gioco stai certo che avrai una ricetta per il disastro. Mi hanno chiesto chi prenderei se Lewis se ne andasse da qualche altra parte e io ho risposto che, anche se questo non è plausibile, Fernando e Valtteri sarebbero due logiche opzioni”. La priorità è trattenere Lewis Hamilton, ma se la trattativa per il rinnovo del contratto dovesse naufragare, la scuderia non si farebbe trovare impreparata in vista de 2016.