CONDIVIDI
Sergio Perez (©Getty Images)

F1 | Singapore, C’è chi grida all’incidente volontario

Sergio Perez ne ha combinate di tutti i i colori domenica scorsa a Singapore. Il pilota Force India, sedicesimo al traguardo, è stato dapprima protagonista di una collisione con il compagno di squadra Ocon, finito immediatamente ko, e in seguito di un contatto con Sergey Sirotkin. Due manovre piuttosto aggressive che secondo alcune voci del paddock avrebbero meritato la bandiera nera.

Di certo il buon Esteban non sprizzava di gioia una volta rientrato al box e considerato anche il momento delicato che sta vivendo con il rischio di trovarsi fuori dalla F1 a fine stagione ha detto piccato in serata: “Sergio si è scusato con me appena è finita la gara, ma non basta. L’unica cosa a cui penso è che torniamo a casa senza punti in un weekend in cui avremmo potuto farne parecchi. Avevamo il ritmo giusto e mai avremmo dovuto trovarci in una situazione terribile come questa. Non c’è altro da commentare“.

“Sono stato molto sfortunato”, ha cercato di giustificarsi Checo. “Mentre stavo accelerando alla curva 3 ho appena toccato un’altra vettura con la mia gomma anteriore. Non mi ero nemmeno reso conto che si trattava del mio team-mate”.

L’intervento del direttore di gara

Se il neo boss della scuderia Otmar Szafnauer ha promesso che prenderà una decisione in quanto “nessuno è contento di quanto è accaduto”, l’altro episodio ha obbligato l’intervento di Charlie Whiting.

Per chi non avesse seguito il GP Perez si era lamentato del passo e del zigzag effettuato davanti a lui dal russo della Williams e poco dopo è arrivata la ruotata, secondo alcuni deliberata, ma che in effetti è costata al messicano soltanto 5″ di penalità.

“Né io, né gli steward abbiamo parlato con lui, ma è dura credere che lo abbia colpito con intenzione“, il commento dell’inglese. “E’ probabile che essendo frustrato abbia solamente sbagliato a considerare la distanza. Le sue lamentele contro Sirotkin? Noi non abbiamo vista nulla di scorretto, tra l’altro era distante”.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su  Google News.