CONDIVIDI
Sebastian Vettel
Getty Images

F1, Sebastian Vettel: “Posso ancora diventare campione”

Il tedesco Sebastian Vettel ha assicurato al quotidiano Bild che non si arrende dopo il GP di Singapore e che lotterà fino all’ultima gara per contendere il titolo mondiale a Lewis Hamilton. “Posso ancora essere un campione, l’ho già mostrato quattro volte”, ha detto il tedesco della Ferrari.

Sono rimaste sei gare e Hamilton ha un comodo gap di 40 punti su Vettel da poter amministrare. Ma il pilota del Cavallino non ha nessuna intenzione di gettare la spugna, anzi. Dalle delusioni di Monza e Singapore vuole ripartire per mettere pressione alla Mercedes, magari sperando in un colpo di buona sorte. “Prima perché posso, l’ho mostrato quattro volte. Secondo perché abbiamo un’auto che è alla pari con la Mercedes, anche se non ha aiutato a Singapore. È deludente quando puoi vincere delle gare e tu no, ma penso ancora che possiamo migliorare noi stessi. Posso ancora essere un campione, quindi continuerò a combattere”.

Vettel ritiene di non aver dimenticato di vincere e di dover correre dei rischi, anche se va male. “Il mio stile di guida mi ha dato quattro titoli e 52 vittorie. Sono consapevole più di tutti che a volte quando si rischia, va male, ma non si può stare fermi… La stessa cosa accade con strategie rischiose, come abbiamo visto a Singapore. Difenderò sempre la mia squadra, la Formula 1 è uno sport di squadra, si vince e si perde insieme. Se non avessi rischiato di superare Button ad Abu Dhabi nel 2012, non sarei stato un campione”. Per riconfermarsi campione del mondo di Formula 1 “basterà” vincere le prossime sei gare: “Se vinceremo ogni gara da ora, saremo campioni. Questo deve essere l’obiettivo”.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News