CONDIVIDI
Lewis Hamilton Nico Rosberg
Lewis Hamilton e Nico Rosberg (©Getty Images)

Nico Rosberg e Lewis Hamilton, due piloti che da anni condividono il box Mercedes e che in un primo momento sembravano in ottimi rapporti, quasi amici. Ma appena entrambi hanno potuto lottare per il titolo trovandosi a battagliare tra loro, sono nati screzi e polemiche. Il loro rapporto si è decisamente raffreddato e all’interno del team questa situazione viene gestita finora abbastanza bene, ma il timore che lo scontro esploda c’è sempre.

Nico Rosberg nell’intervista concessa al newspaper TZ ha avuto modo di parlare proprio del suo compagno di squadra Lewis Hamilton e lo ha fatto in questi termini: “Lui è un pilota forte e il team ha avuto successo”. Più volte nel 2015 il tedesco ha accusato il rivale di pensare troppo a sé stesso e di essere egoista; in merito ha voluto fornire la seguente spiegazione: “Questa impressione su Hamilton non è del tutto vera – riporta Fox Sport -. Come pilota, è necessario il tuo team per avere successo. Se la squadra si rende conto che pensi solo a te stesso, non si riesce a lavorare bene”

Una volta Lewis Hamilton ha ironicamente, ma forse non troppo, detto che la situazione sarebbe migliore se ci fosse un muro a dividere il box Mercedes. Nico Rosberg boccia l’idea: “Non accadrà mai perché non è un bene per la squadra. Siamo qui per vincere le gare per la Mercedes. E alle condizioni create dal team, il fatto che noi spingiamo l’un l’altro può portare a tensioni, ma la squadra può avvantaggiarsi”.

Il campionato 2015 del figlio d’arte è stato caratterizzato da una parte consistente in cui ha patito il dominio di Lewis Hamilton e un finale che invece lo ha visto vincere tre gran premi consecutivi e molti si chiedono perché si sia svegliato così tardi, quando ormai i giochi per il titolo erano chiusi: “Forse sono stato solo in grado di tornare al 100 per cento dove in precedenza sono stato al 98. Tale è abbastanza per fare la differenza.”

C’è chi ha affermato che la mazzata di Austin, dove Lewis Hamilton ha vinto gara e titolo, sia stata decisiva per il successivo riscatto del tedesco: “Dopo Austin mi sono detto che non poteva andare avanti così – ha spiegato -. Ma lui è stato sempre molto vicino, di solito solo un decimo ci separa, e alla fine è stata dalla mia parte. Per quanto riguarda il motivo, è difficile da spiegare”.

Nico Rosberg per il 2016 è desideroso di mettersi in gioco e di vincere finalmente quel titolo che suo padre riuscì a vincere, seppur in un campionato particolare: “Sarò un Rosberg più maturo, uno che ha imparato dall’ultima stagione e che vuole riportare il vantaggio dell’ultima gara per la nuova stagione. Per me la nuova stagione è iniziata molto tempo fa”.