CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Gara sfortunata ma incredibile per Sebastian Vettel a Montreal. Partito dalla prima fila si è toccato con Max Verstappen, l’ala anteriore si è danneggiata e il rientro forzato ai box gli è costato la ripartenza dall’ultima posizione. Il tedesco della Ferrari è risalito fino alla quarta posizione e mantiene la leadership del campionato con un +11 sul vincitore Lewis Hamilton.

Al box del Cavallino si può rimproverare solo un errore di strategia. Non aver cambiato l’ala anteriore al momento dell’ingresso della safety car per rimuovere le monoposto di Massa e Sainz. Ancora non avevano capito la gravità della collisione alla partenza. Il quarto posto non è veritiero, ma la corsa iridata richiede anche fortuna e audacia.

“La mia partenza è stata buona, non penso di aver fatto qualcosa di sbagliato, ma potevo fare meglio. Ma la pista ha offerto poco grip e Bottas ha avuto un inizio molto buono. Poi Max Verstappen ha provato a passare sull’esterno e purtroppo ha danneggiato la mia ala anteriore – ha riassunto Sebastian Vettel -. Ma è davvero difficile in una situazione del genere, io non lo biasimo”.

Il pit stop per il cambio dell’ala ha richiesto dieci secondi più del solito. Un’eternità quando si deve lottare contro le Mercedes, per di più su un circuito a loro favorevole.” Quando è uscita la safety car non ci siamo resi conto di avere un problema sull’ala anteriore, siamo rimasti in pista ed abbiamo perso una grande opportunità. Dopo aver effettuato la sosta sono stato costretto ad una rimonta intensa, peccato per non essere salito sul podio”.

Ancora una volta la SF70-H ha dimostrato di avere le carte in regola per poter puntare alle posizioni di vertice. “E’ stata una giornata sfortunata, la macchina era veloce. Mi sono trovato in lotta ed è stata una gara più divertente rispetto ad una in solitaria, ma il risultato odierno non è quello che il team merita”. Adesso bisogna pensare già al prossimo impegno a Baku fra due settimane. “Baku è una pista completamente diversa e lotteremo come l’anno scorso”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori