CONDIVIDI
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Lewis Hamilton insegue a -25 punti dopo sei GP. ma è certo di avere tutto il tempo a disposizione per recuperare il terreno perduto. Montreal è uno dei circuiti più favorevoli per assestare la zampata vincente. Qui ha vinto le ultime due edizioni, quattro volte vincitore in carriera.

Il pilota Mercedes spera che le tappe di Sochi e Montecarlo siano un’eccezione. “Il mio obiettivo non è quello di essere leader dopo Monte Carlo. La Coppa del Mondo si decide dopo la finale di Abu Dhabi”. Dal Canada parte l’inseguimento alla Ferrari di Sebastian Vettel. “Sappiamo che non sarà facile recuperare tutti questi punti. Ma tanto può accadere durante la stagione”.

Basterebbe una vittoria e un errore del ferrarista per riportarsi al vertice. “Abbiamo quattordici gare. Per il momento non si può dire che abbiamo le spalle al muro. Per questo è troppo presto. Certo non abbiamo la più comoda posizione di partenza – ha ammesso Lewis Hamilton -. Ma è altrettanto evidente che possiamo vincere questo titolo. E’ solo un po’ più difficile per noi che per gli altri. Il Canada è sempre stato buono con me. Qui ho vinto la mia prima gara di campionato del mondo, dieci anni fa. Ma domenica se non vincerò qui ho tredici altre occasioni”.

Bisogna trovare un ulteriore step per trovare il giusto feeling con le nuove gomme Pirelli. Là dove la Ferrari riesce meglio di Mercedes. “Abbiamo bisogno di tornare a essere i più forti del mondo – ha concluso il tre volte iridato -. La lotta è in pieno svolgimento”.