CONDIVIDI

Dopo una terza sessione di libere anomala, con un clima più definito sono scattate le qualifiche del Messico.



Q1 –
Si parte. 1’17″876 per Gasly. 1’16″089 per Vettel. Bloccaggio alla curva 1 per Seb a 10′ dalla fine.

1’15″866 per Daniel Riciardo su hypersoft. 1’15″756 per Max Verstappen.

A 5′ dalla fine Alonso è l’unico senza tempo. La due Red Bull e le due Ferrari sono la top 4.1’15″580 per Valtteri Bottas seguito dall’altra Mercedes di Lewis Hamilton ad appena 93 centesimi. Negli ultimi secondi Alonso scala il gruppo fino alla settima piazza.
Bandiera a scacchi! Valtteri Bottas davanti a Lewis Hamilton e Max Verstappen.
Tra gli eliminati anche Romain Grosjean che scatterà comunque 3 posti indietro per l’incidente di Austin con Leclerc.

Q2 – Con il risveglio Mercedes comincia la seconda fase.

1’15″644 per Ham su ultrasoft, superato per 4 millesimi da Mad Max. Terzo Seb. A 2′ dalla fine Bottas parte con le hypersoft.
Bandiera a scacchi! Max Verstappen al comando su Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Lungo per Hartley negli istanti finali. Il pilota Toro Rosso è 14° davanti al suo compagno Pierre Gasly, senza crono dovendo subire la penalità per la sostituzione del motore. Alonso out.



Q3 –
Mercedes e Ferrari subito in azione.

1’14″970 per Vettel, seguito da Hamilton e Bottas. 1’15″030 per Ricciardo che si infila in terza piazza, ma poi arriva Verstappen con un 1’14″785.

Tutti pronti per la bagarre conclusiva. Ham sarà l’ultimo a tagliare il traguardo. Pole provvisoria per Ricciardo con un 1’14″759.
Bandiera a scacchi! E’ proprio Ricciardo a firmare la pole davanti all’altra Red Bull di Max Verstappen e alla Mercedes di Lewis Hamilton.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori