CONDIVIDI
Max Verstappen
Getty Images

Max Verstappen aveva detto prima della stagione: “In termini di prestazioni non siamo ancora al livello di Mercedes e Ferrari. Voglio rimanere vicino alle migliori vetture nelle prime gare e quindi sperare in un forte sviluppo”. Ora il cinque volte vincitore del GP ha iniziato la stagione con un terzo posto immacolato e poteva persino ambire al secondo posto di Lewis Hamilton alla fine del GP d’Australia.

Un pilota Honda sul podio non si vedeva dalla stagione 2008 quando Rubens Barrichello finiva terzo in Inghilterra. “Onestamente non me l’aspettavo. Sono molto contento della mia gara… Sono felice che siamo riusciti a conquistare un podio subito. Ma il gap dal vincitore mostra anche quanto siamo lontani dal nostro obiettivo di vincere per conto nostro”. Un errore nel finale ha fatto sfumare il secondo posto, ma nonostante i problemi del week-end la sua squadra ha fatto un ottimo lavoro. “La mia partenza è stata molto buona, sono stato in grado di stare fuori dai guai. Poi le mie gomme hanno iniziato a surriscaldarsi relativamente presto, ho dovuto preservare un po’ le gomme perché le Soft si surriscaldavano velocemente, dunque era meglio stare lontano dagli avversari e mantenere un passo costante. Tutto ciò mi ha consentito di effettuare la sosta con una decina di giri di ritardo rispetto agli altri e disporre di gomme più fresche nel finale”.

Rispetto ai diretti avversari è rimasto più a lungo in pista e, al rientro in pista, ha potuto superare Sebastian Vettel senza troppi problemi. “Siamo rimasti più a lungo in pista, quindi sono stato in grado di attaccare Vettel e Hamilton nella parte finale della gara – ha aggiunto Max Verstappen -. Ha funzionato bene con Seb, anche se è stato un lavoro duro, con Hamilton non ha funzionato. Tutto sommato, possiamo essere molto contenti di un terzo posto nella prima gara, che è un inizio positivo della stagione. Sono anche contento che la Honda abbia conquistato il primo podio nella nuova era turbo”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori