CONDIVIDI
Maurizio Arrivabene
Maurizio Arrivabene (getty images)

Quello di Barcellona è l’ultimo test per i team di Formula1 prima dell’inizio del campionato mondiale che prenderà il via in Australia a Melbourne a metà marzo. Le varie squadre hanno lavorato duramente per mettere a punto al meglio le loro monoposto e consentire ai loro piloti di essere competitivi in vista delle gare.

Una scuderia sempre nel mirino di tutti è sicuramente la Ferrari, che rispetto al 2014 sembra aver fatto dei progressi importanti. Il Cavallino Rampante vuole dimenticare la scorsa stagione e guardare con ottimismo al futuro. La SF15-T sembra una vettura nata bene e sia Sebastian Vettel che Kimi Raikkonen si sono espressi positivamente si di essa dopo i tanti giri percorsi.

 

Maurizio Arrivabene e le ambizioni della Ferrari

Nei test è sempre difficile capire quali sono i reali valori in pista, perché spesso i team cercano di nascondere il loro reale potenziale per sorprendere poi gli avversari quando scattano i gran premi. La certezza è però rappresentata dalla Mercedes, monoposto che con Lewis Hamilton e Nico Rosberg ha dimostrato di essere sicuramente la migliore presente sulla griglia di partenza. Tra affidabilità e prestazioni sembrano essere ancora nettamente davanti a tutti.

L’anno scorso dietro alle frecce d’argento c’erano Williams e Red Bull, ma a lottare con loro potrebbe esserci anche la Ferrari anche se è ancora presto per dirlo. Maurizio Arrivabene, team principal della scuderia di Maranello, non si sbilancia e si dimostra soddisfatto del lavoro svolto finora dal team: “È difficile dire dove siamo rispetto agli altri, ognuno segue il proprio programma, ha i propri assetti, più o meno benzina, ma se volessi essere positivo quello che posso dire è che siamo perfettamente in linea col nostro programma e questa è una certezza – riporta La Gazzetta dello Sport – Non dico che andremo a vincere in Australia ma siamo in linea col nostro programma”.

In vista del Gran Premio di Melbourne la situazione della Ferrari è la seguente: “Abbiamo avuto riscontri piuttosto positivi sia per la qualifica che per la gara. Al momento, se dovessi scegliere, direi che la qualifica è la parte un pochino più debole”.

Maurizio Arrivabene per quanto riguarda gli obiettivi stagionali è molto chiaro nell’indicare le 2 vittorie un traguardo fattibile. A Sky Sports ha infatti affermato: “Penso che sia un obiettivo ambizioso ma realistico. Bisogna restare vicini a Mercedes, di sicuro non guferò, ma non si sa mai . La cosa più importante è essere lì, dovremo colpire quando la Mercedes sarà nei guai, avevamo già previsto il suo dominio”

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori