CONDIVIDI
Maurizio Arrivabene Team Principal ferrari
Maurizio Arrivabene (getty images)

La Ferrari recentemente sembra aver fatto dei passi indietro rispetto ad inizio campionato ed il gap dalla Mercedes è aumentato invece che diminuire. Nel Gran Premio di Silverstone la Williams si è mostrata molto più competitiva della rossa ed il podio di Sebastian Vettel è arrivato solamente grazie all’utilizzo di una strategia azzeccata quando è venuto a piovere sul tracciato. Nella prossima gara in Ungheria bisognerà vedere se è stato solo un caso, oppure se davvero la Scuderia di Maranello è stata sorpassata da quella di Grove.

Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Autosport per spiegare la situazione del Cavallino Rampante: “Stiamo avendo un normale sviluppo della macchina e procederà per tutto l’anno. Il nostro obiettivo non è inserire un solo grosso aggiornamento ma gradualmente dei pezzi nuovi in modo da poter verificare facilmente se stiamo lavorando bene o no”.

Il dirigente ferrarista non ritiene che siano stati fatti dei passi indietro rispetto alla Mercedes: “Se si guarda a Barcellona è più o meno la stessa situazione. Ci sono dei tracciati che vanno a nostro favore e altri in cui bisogna lottare. Non cerco scuse e l’ho detto anche in Austria. Vorrei che ci concentrassimo di più sui nostri punti deboli rispetto a quelli forti”.

Maurizio Arrivabene parla in maniera abbastanza serena, ma dal suo sguardo al termine degli ultimi gran premi è parso di carpire un po’ di irritazione per il fatto che la Ferrari non sia riuscita a ridurre il margine dalla Mercedes. Anzi, le frecce d’argento di Stoccarda sembrano volare più di prima e in più si è aggiunta la Williams a fare da guastafeste. A Maranello c’è tanto lavoro da fare.