CONDIVIDI
Griglia F1 Monza (©Getty Images).

Ogni giorno è buono per Liberty Media per fare piazza pulita di ciò che è stata la F1 degli ultimi 50 anni. Così, accanto ai tentativi di rivoluzionare il pre-gara, la griglia di partenza, le regole e tutto il resto, stando a quanto diffuso dalla BBC il gruppo americano, sarebbe in procinto di ritoccare l’orario di start delle gare. Niente più appuntamento fisso alle 14 per i GP europei, bensì 60′ dopo.

Per quale motivo? Essenzialmente perché secondo il patron Chase Carey alle 15 il pubblico televisivo è più ampio avendo concluso il pranzo e quant’altro. Insomma, nelle prossime settimane dovremo attenderci nuove anche sotto questo profilo, intanto non dovrebbero esserci cambiamenti improvvisi a proposito del round d’apertura in Australia, ormai da tempo fissato per le 7 del mattino.

La questione bancarelle

Altro aspetto di grande interesse per la Liberty è quello relativo al merchandising. Un argomento che per sommi capi era stato anticipato ad Abu Dhabi in occasione della presentazione del nuovo e discusso logo della F1. In pratica gli amici a stelle e strisce avrebbe deciso di adottare un approccio in stile NASCAR 2015 (ndr. rivelatosi fallimentare), bandendo i singoli stand dei vari team a favore di un unico grande tendone complessivo.

“Per affrontare al meglio questo punto abbiamo ingaggiato Fanatics che è un leader di mercato del settore e o conosce perfettamente gli eventi sportivi e sa come vederne i prodotti”, ha riferito Sean Bratches, responsabile marketing del Circus, al finico Turun Sanomat. “Nel campionato in avvio i tifosi avranno a disposizione un unico grande luogo dove rifornirsi. Metteranno i loro acquisti in un cestino e si uniranno alla fila davanti a 15/20 casse. Chi invece preferirà la spedizione a casa ci saranno i nostri addetti DHL. Abbiamo operato una ricerca approfondita e tutti i promoter delle gare si sono detti pronti a sostenerci”.

In realtà le scuderie non sembrano essere proprio entusiaste di una soluzione del genere. In particolare la Ferrari avrebbe già espresso il suo scetticismo…

Chiara Rainis

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori