CONDIVIDI
Red Bull (Getty Images)

In casa Red Bull il mondiale manca dal 2013, quando Sebastian Vettel portò a casa sia il titolo costruttori che quello piloti per il 4° anno consecutivo. Le Lattine però non vogliono più vivere di ricordi e proveranno in questo 2018 ad inserirsi nell’annunciata sfida tra Ferrari e Mercedes.

La Red Bull ha chiuso lo scorso campionato in crescendo mettendo a segno 3 successi e un elevato numero di podi. Ricciardo è un pilota solido e costante, Verstappen è mosso dalla scintilla del campione, ma deve ancora mitigare l’impeto dei 20 anni che lo accompagna e spesso lo porta a sbagliare.

La rincorsa parte da Silverstone

I numeri però sembrano esserci tutti. Intanto quest’oggi la Red Bull ha deciso di presentare la nuova monoposto, la RB14, che in questo momento sta girando a Silverstone tra le mani di Ricciardo. Tante le novità, partendo dalla livrea in edizione speciale bicolore, blu scuro-blu elettrico.

Sulla nuova auto spicca il famoso Halo, che ha costretto Red Bull a modificare l’aerodinamica della vettura, che ha dovuto superare massicci crash test. Sul retrotreno sparita la pinna.

Come affermato dalla stessa Red Bull, quest’anno, in controtendenza con le passate stagioni si è deciso di presentare la nuova monoposto in netto anticipo. La linearità del regolamento tra la stagione scorsa e questa, infatti, ha permesso ai tecnici delle Lattine di lavorare su una buona base senza dover per forza fare grossi stravolgimenti.

La RB14 dovrà dimostrare sin da subito di poter tenere il passo di Ferrari e Mercedes. A livello aerodinamico sembra una monoposto con molto carico anteriore. In particolare il musetto sembra perfettamente plasmato per convogliare i flussi nelle pance laterali. Altro aspetto fondamentale in vista di questo 2018 sarà poi l’affidabilità del motore, che dovrà durare 7 gare.

Dalla Red Bull fanno sapere che la livrea per ora è solo provvisoria (anche se potrebbe diventare definitiva in virtù della partnership con Aston Martin). La presentazione “definitiva” avverrà a Barcellona durante i test.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori