CONDIVIDI
Toro Rosso Honda (©Getty Images)

Secondo le indiscrezioni circolate nel paddock di Barcellona dove al momento si stanno svolgendo i test pre-stagione della F1, Honda e Renault avrebbero trovato il modo di aggirare il regolamento tecnico fissato per il 2018 che prevede l’utilizzo di un massimo 3 power unit nel corso del campionato.

In pratica, i motori attuali dovrebbero garantire il 30% in più di percorrenza, motivo per cui Mercedes e Ferrari, ossia le due squadre che si sono giocate il titolo mondiale negli ultimi anni, si sono date un gran da fare per cercare la soluzione ideale per mantenere la potenza delle vecchie unità diminuendo però i tempi sul giro in modo da evitare eccessive sollecitazioni.

Al contrario dei due top team/fornitori, gli altri due produttori avrebbero deciso di privilegiare la performance a scapito dell’affidabilità. Come? Lavorando su quattro propulsori come nel 2017 e accettando le 10 posizioni in griglia in caso di cedimento. Il tutto per provare a spingere maggiormente e recuperare l’handicap delle recenti stagioni.

Il 2021 è alle porte

Sempre al Montmelo ha tenuto banco un altro argomento caro al Circus di oggi, ossia quello della PU da montare a partire dal post 2020. Come tutti ricorderete, Maranello e Stoccarda, davanti alla proposta FIA di inserire un budget cap e componenti standard avevano minacciato di abbandonare la serie. Ora, sualla questione, si è espresso pure il responsabile Red Bull Chiristan Horner che ha sollecitato una pronta definizione delle regole, anziché ancora chiacchiere.

“Il problema è che se andiamo oltre la metà dell’anno i motoristi diranno che non c’è abbastanza tempo per grandi cambiamenti. Penso dunque sia di importanza cruciale che il detentore dei diritti commerciali e i rappresentanti della Federazione si confrontino e deliberino una posizione chiara su quali saranno i regolamenti futuri”, ha affermato il britannico. “Se faranno in fretta creeranno le migliori condizioni per poter attirare anche nuovi potenziali Case”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori