CONDIVIDI

Williams sarebbe dovuta essere la prima monoposto F1 ad essere presentata nel 2018. Sarà svelata domani a Londra. ma Hass ha giocato di sorpresa ed ha mostrato la sua VF-18 che assicurano sia la monoposto più veloce realizzata dal brand americano. La vettura sarà affidata al francese Romain Grosjean e al danese Kevin Magnussen che esordiranno in pista in occasione del primo test a Barcellona in programma il 26 febbraio.

Alimentata da un propulsore V6 Ferrari, è un’evoluzione della VF-17 dello scorso anno, con le differenze più evidenti che si riscontrano nel ritiro della pinna di squalo e l’aggiunta dell’Halo. I tecnici Haas hanno lavorato durante l’inverno soprattutto per migliorare le carenze aerodinamiche e creare una piattaforma più stabile, nel tentativo di sfruttare più zavorra per trovare il migliore bilanciamento.

“Ci siamo concentrati su quello che ci vorrà per rendere la nostra vettura coerente e colmare il divario tra i migliori team”, ha dichiarato il patron Gene Haas. “La maggior parte dell’evoluzione della vettura è stata l’aggiunta dell’Halo”, ha dichiarato Guenther Steiner, team principal Haas F1 Team.

“C’è voluto un po’ di studio studio da parte degli aerodinamici, ma i progettisti hanno dovuto lavorare sodo per modificare il telaio in modo che l’Halo potesse sopravvivere ai carichi obbligatori. Il peso minimo totale dell’auto è aumentato a causa dell’Halo, e c’è un centro di gravità più alto semplicemente a causa della posizione dell’alone. Ma tutti sono nella stessa barca. Le normative sono rimaste piuttosto stabili tra il 2017 e il 2018, quindi il VF-18 è un’evoluzione della nostra macchina rispetto all’anno scorso”.