CONDIVIDI
Max Verstappen (Red Bull Twitter)

Con il solito clima umido e le prime luci artificiali accese, è partita la terza sessione di prove libere a Singapore.

Al pronti via subito dentro Ferrari e Sauber, ma solo per il giro d’installazione. Poi a seguire tutti gli altri. Gomma preferita la ultrasoft.

Raikkonen è il primo a fermare il cronometro con un 1’44″271.

1’43″237 per Vettel che malgrado il rischio muro riesce a portarsi in testa.

Ecco la prima vittima dei muretti di Marina Bay! Marcus Ericsson battezza il suo posteriore alla curva 19 ma riesce a tornare al garage. E' comunque bandiera rossa per i detriti. Sainz può tirare un sospiro di sollievo. Il pilota Toro Rosso sopraggiungeva proprio nel momento dell'impatto.

Quando mancano 18' si riprende. Finalmente fuori anche Alo, che nell'attesa non aveva un'espressione proprio contenta

Breve passaggio in pit lane per Iceman. Intanto a 5'dalla chiusura Ricciardo sfiora le barriere, mentre Verstappen accusa noie al cambio. Grande lavoro al box Red Bull.

In fondo al gruppo tornano ad imperare le Sauber. Weekend nero finora anche per Haas e Williams. Male pure la Toro Rosso. Renault invece nei 10 con il solito Hulkenberg.

Bandiera a scacchi! Max Verstappen chiude al vertice davanti a Sebastian Vettel e Lewis Hamilton, autore di un buon giro finale. Balzano avanti le McLaren di Alonso e Vandoorne. Raikkonen solo nono.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori