CONDIVIDI
sebastian vettel
Sebastian Vettel (Getty Images)

Gran Premio di Silverstone che alla Ferrari regala la soddisfazione di un podio a sorpresa con Sebastian Vettel, ma da Kimi Raikkonen arriva un’altra delusione con un 8° posto finale arrivato per una scelta sbagliata nel rientro ai box quando ha iniziato a piovere.

Le rosse hanno comunque fatto un passo indietro rispetto alle gare scorse visto che entrambe le Williams in condizioni di asciutto sono state più veloci in maniera abbastanza netta e a Maranello c’è da lavorare molto, perché il gap dalla Mercedes aumenta e gli altri concorrenti si sono messi in corsia di sorpasso.

Sebastian Vettel al termine della cerimonia sul podio ha brevemente commentato il suo risultato finale:”La pioggia ha fatto la differenza, senza non sarei finito sul podio. Siamo stati pazienti e abbiamo aspettato, è andata bene così. Abbiamo fatto il pit-stop al momento giusto”. Successivamente il tedesco ha parlato ai microfoni dei giornalisti fuori dal paddock: “In partenza ho perso posizioni invece di guadagnarle. Invece poi grazie alla strategia abbiamo recuperato. Senza pioggia sarei rimasto 5° o 6°. La Williams ha fatto un passo avanti, dobbiamo essere veloci a migliorare. Abbiamo difficoltà coi pneumatici. Il divario con le Mercedes è più ambio e dobbiamo rimediare. Quando abbiamo deciso di fare il pit mi sono trovato terzo e mi sono reso conto che potevo concludere la gara li. La scelta? Ovviamente si parla col team, a un certo punto la pioggia è aumentata e ho deciso di rientrare. E’ stata la scelta giusta. E’ un podio meritato per la chiamata che abbiamo fatto, scegliendo meglio degli altri. Il passo gara non è stato veloce come in altre gare. Williams fanno paura a Budapest? Ci sono pochi rettilinei e molte curve, saremo forti là”.

Infine ai microfoni dei giornalisti si è presentato Kimi Raikkonen, spiegando la sua errata scelta di fare il pit-stop nel momento che si è rivelato non opportuno: “Non riuscivo a superare la Force India, era troppo veloce. La macchina andava bene, ma ho deciso di fare il pit perché pioveva. La decisione è stata mia, la pista era scivolosa e pensavo che poi piovesse di più. Forse ho anticipato di 4 giri il rientro”.