CONDIVIDI
Giedo van der Garde (Getty Images)
Giedo van der Garde (Getty Images)

Colpo di scena: la Corte Suprema dello stato di Victoria (Australia) ha sentenziato che Giedo van der Garde ha diritto di gareggiare in questo fine settimana a Melbourne al volante della Sauber. Il team elvetico ha già annunciato che farà ricorso in appello.

Il pilota è riuscito a convincere i giudici della validità della clausola inserita nel suo contratto che ne garantiva il posto di titolare per il 2015 dopo aver fatto da riserva nel 2014. La scuderia ha invece ingaggiato Felipe Nasr e Marcus Ericsson violando dunque il precedente accordo.

In base alla sentenza ora uno dei due dovrà lasciare il posto all’olandese e ciò avrebbe conseguenze di carattere economico importanti per la Sauber. Infatti si tratta dei classici ‘piloti paganti’ che per assere assunti hanno portato in dote un buon numero di sponsor e di milioni, necessari per la sopravvivenza del team.

 

La reazione della Sauber e di Giedo van der Garde

Il team principal Monisha Kaltenborn ha così commentato la decisione presa dal tribunale: “Siamo molto delusi e dobbiamo prenderci il tempo per valutarne le conseguenze – riporta Motorsport.com – Ma non possiamo rischiare l’incolumità della nostra squadra o di altri pilioti solo per accontentare il desiderio di un pilota impreparato”.

Gli avvocati della Sauber hanno cercato di fare anche leva sul fatto che Giedo van der Garde non ha svolto alcuna sessione di test internale ed è dunque non pronto a sedersi al volante della monoposto. Ma il diretto interessato ha smentito affermando quanto segue: “Sono molto in forma e molto forte – si legge su Autoweek.com – Non vedo l’ora di tornare in squadra, lavoreremo sodo per fare del nostro meglio in questo fine settimana. Sono più forte che mai, mi sono allenato al massimo negli ultimi tre mesi. Ho avuto un rapporto molto buono con la squadra e ho ancora un ottimo rapporto con loro“.

Vedremo ora se il ricorso della squadra svizzera a ridosso ormai dell’inizio del week-end del Gran Premio di Melbourne, gara inaugurale del Mondiale 2015 di Formula1, produrrà dei cambiamenti oppure se Giedo van der Garde siederà effettivamente sulla monoposto come compagno di uno tra Felipe Nasr e Marcus Ericssen.