CONDIVIDI
Valtteri Bottas (©Mercedes Twitter)

Con temperature primaverili e tanta polvere sul tracciato è partita la prima sessione di libere dell’Azerbaijan, quarto round del 2018 della F1.

Subito un gruppo nutrito di vetture in azione per il classico giro d’installazione.

Red Bull in particolare è uscita immediatamente con le griglie per i rilevamenti aerodinamici, a Baku piuttosto rilevante per via delle alte velocità.

1’47″563 per Lewis Hamilton e la Mercedes. Dietro di lui il compagno di squadra Bottas, poi la McLaren di Stoffel Vandoorne e l’Alfa Romeo Sauber di Marcus Ericsson. Quinto Vettel e nono Raikkonen.

Dopo un quarto d’ora lungo di Brendon Hartley che è costretto a fare retromarcia.

1’46″399 per Max Verstappen che porta in testa la sua Red Bull. L’olandese precede Ricciardo ed Hamilton quando manca poco più di un’ora. Undicesimo Raikkonen e Quindicesimo Vettel.

Per tutte le squadre grande lavoro sull’ala anteriore e sull’inclinazione dei flap.

1’45″629 per Ham. Vettel si lamenta per la scarsa aderenza della posteriore destra.

1’45″369 per Daniel Ricciardo. Intanto a 56′ dalla fine Mad Max sbatte alla curva 5 e viene attivata la Virtual Safety Car. Al box Red Bull segni di insofferenza.

A 35′ dalla bandiera, piccola distrazione per Hamilton che guardando il volante perde il punto di frenata. lungo anche per Harley. Bloccaggio per la Renault di Carlos Sainz. Ricciardo, Verstappen, Hamilton, Perez Bottas e Raikkonen sono i primi 6. Vettel 20°

Ham passa al comando

1’45″150 per Ricciardo a 30′ dalla fine.

A 28′ bloccaggio per Romain Grosjean, 18° davanti a Sainz e Vettel.

1’44″242 per Valtteri Bottas. In Casa Ferrari si lavora sul fondo piatto di Raikkonen.

A 10′ dalla conclusione Bottas comanda davanti a Ricciardo, Hamilton, Ocon su Force India e Verstappen. Vettel 9° e Iceman 13°.

A pochi minuti d termine ancora errori per Grosjean e Hartley.

Bandiera a scacchi! Valtteri Bottas conclude davanti a Daniel Ricciardo e Sergio Perez su Force India. Vettel solo 10°.