CONDIVIDI
Aston Martin logo
Aston Martin logo (©Getty Images)

Da diversi mesi si parla di un possibile ritorno di Aston Martin in Formula1 come partner di una delle scuderie presenti attualmente nel campionato. Inizialmente si era ipotizzata una collaborazione con la Red Bull, ma la trattativa non è poi decollata. Successivamente è spuntata l’opzione Williams, però anche in questo caso non si è andati oltre a un pour parler. Infine è emersa l’idea Force India, molto più concreta e realizzabile rispetto alle altre due.

Per il team anglo-indiano una partnership con un marchio così prestigioso sarebbe molto importante, anche per dare solidità al team e magari proiettarlo verso obiettivi più ambizioni rispetto a quelli raggiunti negli ultimi anni. Il proprietario della squadra, Vijay Mallya, è pronto a stringere l’accordo e da tempo ha annunciato questo suo desiderio.

Aston Martin decide nel 2016: Force India attende

Si attende, però, la decisione finale di Aston Martin. La casa automobilistica britannica ha rinviato a gennaio 2016 la decisione finale. A spiegare ufficialmente qual è la situazione ci ha pensato Simon Sproule, Direttore Marketing e Comunicazione, che ha affermato: “Non abbiamo preso una decisione – riporta Motorsport.com -. E difficilmente prenderemo una decisione che si riferiscono alla Formula 1 o ad altre strategie nel motorsport prima del nuovo anno. Abbiamo anche bisogno di valutare ancora quale sarà il nostro percorso nel motorsport, non guardiamo solamente alla Formula1″.

Secondo alcune indiscrezioni, riprese anche da Sky Sports, l’intenzione dall’Aston Martin sarebbe quella di non approdare in Formula1 nel 2016. Sembra infatti che all’interno del consiglio di amministrazione non ci siano abbastanza consensi per approvare questa operazione che riporterebbe il marchio britannico del grande Circus, dove manca dal 1960. La Force India spera che si arrivi a un’intesa, ma negli ultimi giorni sembra circolare molto pessimismo. Le parti sono comunque in contatto e lavorano per verificare se ci sono le condizioni per concretizzare l’affare. Terremo aggiornati i nostri lettori sugli sviluppi.