CONDIVIDI

FERRARI F1 2011 – Felipe Massa suona il campanello d’allarme in casa Ferrari dopo la cocente delusione del Gp d’Australia. “Se c’è una lezione che abbiamo portato a casa dopo la gara di Melbourne – ha spiegato il pilota brasiliano – è che abbiamo molto lavoro da fare. Dobbiamo capire al più presto che cosa sia accaduto per cercare di raccogliere alla prossima gara quei punti che non abbiamo preso nella prima”.

“Il Gran Premio d’Australia non è andato nella maniera in cui io e la squadra ci aspettavamo: non siamo stati abbastanza competitivi, al contrario di quello che pensavamo sulla base dei test invernali. Mi è stato chiesto in Australia se mi avesse sorpreso di più la Red Bull o la McLaren. La risposta è che è quello che ha fatto Vettel in qualifica è stato impressionate. E’ vero che la McLaren ha fatto un passo avanti, ma la Red Bull è di gran lunga più veloce di tutti. Per quanto riguarda noi, la nostra macchina è più veloce di quello che è apparso a Melbourne ed è difficile spiegare perché non siamo riusciti a tirarne fuori tutto il potenziale”.

“Speriamo di avere in Malesia la vettura che abbiamo avuto nei test invece di quella di Melbourne – ha proseguito Massa – . Non abbiamo dovuto aspettare molto per vedere l’effetto dell’ala posteriore mobile e del Kers, visto il mio duello con Button nella prima parte della gara. Anche se magari non era vicinissimo all’uscita dell’ultima curva, sul rettilineo riusciva praticamente ad affiancarmi, grazie all’uso del Drs. Peraltro, alla fine è riuscito a superarmi solamente tagliando una curva. Durante il duello, credo di aver fatto un buon lavoro usando il Kers in chiave difensiva, consapevole di doverlo risparmiare il piu’ possibile per usarlo soltanto nel momento dell’attacco: comunque è sempre meglio essere l’attaccante piuttosto che il difensore. Sono sicuro che gli spettatori si siano divertiti e mi dispiace non aver potuto continuare il duello perche’ non avevo il ritmo giusto”.

Ora si pensa al Gp della Malesia: “Questa settimana in Brasile sarà l’ultima per un po’ di tempo e mi è utile per prepararmi fisicamente per la gara in Malesia, visto che qui a San Paolo fa davvero molto caldo. Domenica partirò per Kuala Lumpur, con la speranza di avere un weekend più competitivo rispetto a quello di Melbourne”.

Redazione