CONDIVIDI

F1 2011 – In casa Ferrari si attende una reazione che non si sa se ci sarà, ma la volontà di cambiare marcia è evidente in Stefano Domenicali che di certo non si rassegna a gettare la spugna e studia le due precedenti gare per cercare delle contromosse adeguate allo strapotere Red Bull e McLaren, che sembrano ormai le uniche candidate al titolo iridato 2011.

Oltre agli errori bisognerà far leva anche su quel poco di buono scaturito dal circuito malesiano di Sepang: “Strategia e ritmo di gare sono due voci in attivo. Le nostre scelte si sono dimostrate corretti e il bottino di punti inferiore al potenziale è determinato da altri problemi”, riservando poi elogi ai due piloti Massa e Alonso: “Felipe ha guidato ad alti livelli e Fernando è stato sempre all’attacco”.

Le ultime parole del responsabile della gestione sportiva di Maranello sono riservate al Gp di Shanghai, le cui prime prove libere si terranno fra due giorni: “In fabbrica dobbiamo dare un’accelerazione per capire le ragioni della nostra mancanza di prestazione. Dobbiamo lavorare tanto per anticipare gli sviluppi, in particolare sull’aerodinamica, che resta il fattore chiave. Se non avremo un’idea chiara, allora dovremo dare una sterzata allo sviluppo della macchina”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori