CONDIVIDI
Lewis Hamilton e Fernando Alonso (Getty Images)

Il 2007 in Formula 1 fu un anno davvero particolare, storico per certi versi. Era la prima stagione del primo dopo-Schumacher. In McLaren faceva il suo esordio un giovanissimo Lewis Hamilton, che avrebbe affiancato l’astro nascente della F1, Fernando Alonso. In Ferrari, invece, per sopperire all’assenza di Schumi era arrivato Kimi Raikkonen, che avrebbe fatto coppia con Felipe Massa.

Per gli appassionati il 2007 fu un anno strepitoso, forse il più bello degli ultimi anni. Fu una lotta a 4 tra le due Ferrari e le due McLaren. Il giovane Lewis Hamilton mise inaspettatamente in difficoltà il campionissimo Fernando Alonso e i due cominciarono una lotta fratricida che durò per tutto il campionato.

McLaren beffata da lotte intestine

I due furono protagonisti di scorrettezze varie durante l’annata tanto che la loro lotta fu paragonata a quella tra Senna e Prost negli anni d’oro McLaren. Alla fine da tutto questo pandemonio ne uscì vincitore Kimi Raikkonen, che recuperò il proprio distacco dall’inglese negli ultimi 2 Gran Premi chiudendo a 110 punti. Alle spalle del finlandese si piazzarono i due della McLaren, entrambi a 109. In 4a piazza, invece, Felipe Massa con 94 punti.

Dopo tutti questi anni però l’ex meccanico McLaren, Marc Priestley, nel suo libro ha fatto chiarezza su quell’annata: “Io ero nel mezzo di tutto e posso dire che si odiarono alla fine di quella stagione. Lewis Hamilton sapeva di avere la protezione di McLaren, Dennis e dei media inglesi. Fernando, invece, era il campione, il pilota del momento, ma era in un team inglese con un pilota inglese forte”.

Priestley poi continua: “Nella seconda metà di stagione i rapporti si sono incrinati e Fernando aveva ragione, Ron voleva che Hamilton vincesse il mondiale. I due piloti non lavoravano insieme, ognuno è come se aveva un proprio team. Avevamo la migliore vettura e i migliori piloti, ma non abbiamo vinto perché eravamo occupati da situazioni interne e la Ferrari ci ha beffato”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori