CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Da sempre considerato come uno dei mondi più glamour e ambiti in assoluto, la F1 continua a fare gola a molti per via degli stipendi di prestigio che nonostante la crisi economica sono rimasti notevoli. Ecco perché a campionato 2018 non ancora iniziato c’è chi come il sito Tsmsportz ha provato ad azzardare alcune cifre che non dovrebbero essere tanto lontane dalla realtà.

Questione di numeri

A quanto pare i più poveri del nuovo anno saranno i debuttanti Charles Leclerc della Sauber e Sergey Sirotkin della Williams con appena 150.000 dollari incassati a fine stagione. Brendon Hartley, invece, rookie della categoria a partire dal GP degli Stati Uniti 2017 con la Toro Rosso si porterà a casa un gruzzoletto maggiore, ossia 350.000 dollari. Stesso numero anche per il suo compagno di squadra Pierre Gasly, al volante di una monoposto del Circus per la prima volta in Malesia lo scorso ottobre.

500.000 dollari andranno all’altro driver Sauber Marcus Ericsson, al centro delle cronache nei mesi scorsi per essere stato preferito all’italiano Antonio Giovanizzi meno valigiato di lui. 750.000 dollari sarà lo stipendio di Carlos Sainz, subentrato lo scorso anno in itinere a Jolyon Palmer sul sedile Renault e da subito competitivo. Ben 1, 8 milione passerà tra le mani di Lance Stroll. Il figlio di papà approdato alla Williams per motivi più finanziari che di talento, ma comunque in grado di salire sul podio in Azerbaijan. 2,5 milioni toccheranno a Kevin Magnussen della Haas, da alcuni definito come il cafone della F1, 3 milioni ai talento francese della Force India Esteban Ocon, 4,45 milioni al più esperto della Haas Romain Grosjean. 5 milioni al noeo papà Sergio Perez della Force India. 5,5 milioni di dollari a Nico Hulkenberg della Renault, autore di un ottimo mondiale ’17 se si considera i forti handicap con cui era partita la sua RS17. Appena 500.000 dollari in più li incasserà Daniel Ricciardo della Red Bull, 7 milioni pur non avendo ancora dimostrato nulla saranno di Stoffel Vandoorne della McLaren. 10 milioni di dollari al discusso Mad Max Verstappen della Red Bull.

12 milioni spetteranno al terzo classificato del campionato scorso Valtteri Bottas della Mercedes. Salto in alto per Fernando Alonso della McLaren con 30 milioni di dollari di guadagno. 40 milioni al ferrarista Kimi Raikkonen, 50 milioni al quattro volte iridato Lewis Hamilton della Mercedes e dulcis in fundo addirittura 60 milioni di dollari per Sebastian Vettel della Ferrari.

Chiara Rainis