CONDIVIDI
(©Getty Images)

L’ex patron del Circus Bernie Ecclestone è convinto che “la minaccia della Ferrari d lasciare la Formula Uno deve essere presa sul serio”. Dal 2021 il Mondiale potrebbe non elencare la Scuderia di Maranello qualora il regolamento non sia ben accetto dagli uomini della Rossa.

Dal 1950 ad oggi la Ferrari è l’unico team ad aver sempre partecipato alla massima competizione automobilistica. Il presidente Sergio Marchionne ha ricordato quanto questo sport sia radicato nella storia dell’azienda. “Farò tutto il possibile per proteggere la posizione della Ferrari in questo sport. Ma non rimaniamo a tutti i costi e non per ragioni puramente commerciali. La Formula 1 ha qualcosa di nobile, non è uno sport come tutti gli altri, vogliamo aiutare a preservarlo, e non dovrebbe pensare solo al business”.

Le linee per il futuro sembrano divergere da quelle che vorrebbe disegnare Liberty Media dopo il 2020. Tanto che il Cavallino avrebbe già ipotizzato un’uscita. Un modo per tirare la corda o una reale minaccia? Secondo Bernie Ecclestone potrebbe accadere per davvero. “Se in F1 è stata formulata una regola che può mettere in difficoltà, poi la Ferrari andrà. Ferrari non vuole un tappo di bilancio. Vogliono spendere tutto ciò che possono sul bilancio. E questo vale per tutti. Mi adatto al mio atteggiamento: se una squadra di corse non può permettersi la Formula 1, allora non dovrebbero partecipare. Sarebbe diverso se solo tre o quattro squadre potessero permettersi questo sport. Ma non è così”.

La Ferrari, in quanto storia della Formula 1, ottiene un bonus storico da 68 milioni di dollari, quale Long Standing Team. Accordi tra la FOM e Ferrari permettono di incassare un importo complessivo di 180 milioni di euro (nel 2017). Somme mal viste dai team minori e che Liberty Media vorrebbe livellare per consentire di avere un trattamento più equo e una maggiore competizione in pista. Ma l’idea non trova d’accordo i vertici di Maranello.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori